Vai ai contenuti

"Cari fratelli..."



"Cari fratelli..."

Come scrivere alla Società Torre di Guardia...

Siete TdG e volete scrivere alla Watch Tower senza subire delle conseguenze disciplinari?  Seguite il "modello" di lettera che trovate in questa pagina
(nota: la lettera e la risposta della Società sono ovviamente immaginarie ed ironiche).

Modello di lettera per il Corpo Direttivo:

............................................................

Carissimi ma immensamente superiori Fratelli,

   Alla Vostra santissima presenza prostrato, consapevole della mia totale inferiorità ed incapacità, e della mia nullità di fronte alla Vostra suprema unzione, la quale vi rende l'unico privilegiato canale di Geova, nell'urgenza di comprendere un tema che affligge il mio animo - certamente indegno ed inadatto - di fedele Vostro servitore, scrivo umilmente la presente lettera per domandarvi con tutto il rispetto e con tutta la sottomissione possibile immaginabile di fornirmi una risposta riguardo ad una questione che agita la mia mente.

Infatti il mio sicuramente inferiore e inadatto figlio, che frequenta la scuola media, si è accorto che tutti i libri di storia che ha potuto trovare, e tutti i professori a cui ha potuto domandare, affermano che Gerusalemme è stata distrutta nel 587 e non nel 607 a.C., diversamente da quanto sostiene la Società Torre di Guardia.

   Allora, da umile essere inferiore quale sono, poiché temevo di peccare di presunzione facendo una ricerca individuale, ho pagato un investigatore privato per effettuare una ricerca su questa questione, affinché egli si rivolgesse a qualche esperto di storia israelitica. Purtroppo egli mi ha riferito che a parere di tutti la data del 607 è sbagliata.... ops, scusate volevo dire forse non è giusta .... ops, scusate volevo dire che è diversa (forse) da quella indicata nei libri della Società.

   Impossibilitato a credere che il canale di Geova possa sbagliare una data, se non quando egli stesso comunica di aver sbagliato, scrivo quindi alla Vostra Maestà non certo per domandare se per caso hanno ragione gli altri, i quali sono del mondo e quindi sono tutti dei Satana e sbagliano per definizione, ma mi chiedevo se fosse possibile pensare che Gerusalemme è stata distrutta molto a lungo, cioè che la prima pietra è stata rotta nel 607 e l'ultima pietra nel 587; in tal modo si salvaguarderebbe la verità del Canale e quella dei libri di storia, e sarebbero tutti contenti.

Umilmente prostrato,
il vostro conservo nel servizio reso a Geova.
............................................................

Risposta della Betel:  

............................................................

Mittente: ACI:FFS

   Caro fratello,
   Siamo lieti di rispondere alla tua lettera, e ci siamo rallegrati del fatto che tu ci abbia fatto la stessa domanda che ci hanno già fatto in 300 almeno; in questo modo non siamo obbligati a pensare ad una risposta nuova, ma ci basta la risposta prestampata inviataci da Brooklyn che abbiamo qui sottomano e che ci limitiamo a fotocopiare.

   Innanzitutto volevamo dirti che dovresti rileggerti di nuovo da capo tutti i libri della Società, e anche se li hai già detti li devi rileggere di nuovo, in modo che ti passi la voglia di leggere qualsiasi altra cosa. In particolare, dovresti evitare di fare qualsiasi lettura di qualsiasi libro di storia, in quanto questi libri sono stati tutti modificati dagli apostati per ingannarti.
  
In secondo luogo, non possiamo accettare che tu pensi che l'ultima pietra fu distrutta nel 587 e la prima nel 607, perché lo Schiavo non ha ancora raggiunto questo intendimento; se cambierà idea nei prossimi anni, te lo faremo sapere.
   
Comunque, siccome vediamo che sei turbato, provvederemo subito a mandarti qualche anziano della tua congregazione a casa, per prendersi cura della tua infermità morale (Giacomo 5:14,15) e per farti un discorsetto; purtroppo sono analfabeti e probabilmente non capiranno nemmeno di che cosa stiamo parlando, ma questo non ti deve preoccupare;

infatti essi non vengono a parlare di date storiche, ma vengono ad accertarsi che tu sia sempre sottomesso alla divina volontà dello Schiavo. Geova non benedisse quelli che cedettero ad Assalonne, ma, piuttosto, quelli che rimasero fedeli a Geova. Noi vogliamo certamente  seguire l’esempio di Ittai che rimase saldamente fedele all’unto di Geova (2 Samuele 15:21).

Che Geova ti aiuti a progredire nell'ignoranza
............................................................

Queste, ovviamente, sono lettere ironiche ma che rispecchiano comunque l'atteggiamento con cui molti "fratelli" si rivolgono alla Società e la maniera in cui la medesima risponde.
Passando dalla satira alla più cruda realtà, in questa pagina http://www.607v587.com si trova una serie di lettere mandate da un Testimone inglese per domandare proprio riguardo alla data della caduta di Gerusalemme.

La prima lettera comincia così:

"Il mio nome è xxx e appartengo alla congregazione di xxxx, nel Regno Unito.

Sono stato un fedele testimone per gli ultimi 17 anni. Ho sinceramente bisogno del vostro aiuto, per ricevere una spiegazione. Lo domando con il massimo rispetto, non avendo dubbi su di voi, ma ho bisogno di risposte che non sono stato in grado di trovare da solo. Ho ricercato un gran numero di informazioni negli scorsi mesi e ci sono alcune cose che mi paiono non avere senso.
Al momento, la mia fede è naufragata e non posso farvi capire quanto la vostra risposta possa significare per me".
Seguono pagine e pagine di documentazione che attestano l’erroneità della data proposta dalla Società.

La risposta della Betel, di due paginette, fu quella di ricopiare qualche frase tratta da pubblicazioni della Società, come se questo poveretto fosse così stupido da non averle mai lette:


Seguono altre lettere, in cui il poveretto continuò a richiedere spiegazioni, e continuò ad aspettare una risposta che non arrivò mai.

A quest'ora sarà già stato disassociato.
Requiescat in pace. Amen.



Crisi di coscienza,
Fedeltà a Dio
o alla propria religione?
Di Raymond Franz,
già membro del
Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova
Click sull'immagine per
accedere alla pubblicazione
 
   
       
 
   
       
19/08/2019
Torna ai contenuti