Vai ai contenuti

Adunanze



ADUNANZE


MODIFICARE L’ORARIO DELLE AD.:


Riguardo all’orario delle ad., Om 62, dice: “In ogni congregazione i giorni e gli orari delle ad. vengono stabiliti secondo ciò che è convenevole per la maggioranza dei procl. La cosa può essere valutata tramite gli A. con uno spirito di reciproca considerazione e amore fraterno”. La responsabilità ricade principalmente sul corpo degli A. che deve valutare se proporre o no un cambiamento di orario alla congregazione Si accerterà che quanto proporrà sia nei migliori interessi della congregazione e a favore delle attività teocratiche. Naturalmente, per attuare un cambiamento, il corpo degli A. dovrà ottenere l’approvazione della congregazione

È bene che la congregazione abbia la possibilità di riflettere sulla proposta presentata e dare ai componenti di una famiglia l’opportunità di consultarsi privatamente. Gli A. potranno anche dare alla congregazione brevi indicazioni sui motivi che li hanno spinti a proporre il cambiamento.  Km 2.78 p 1; Km 8.79 p 1. Non sarà sempre possibile accontentare tutti. Gli A. da parte loro vorranno mostrarsi scrupolosi e attenti ai reali bisogni della congregazione mentre tutti sono incoraggiati a manifestare il corretto atteggiamento cristiano. Km 12.94 p 2 (SCD:SSD 2.2.96)

UNIRE DUE CONGREGAZIONI PER IL PERIODO ESTIVO:


Ci esprimiamo in relazione a se è corretto che 2 congregazione che usano la stessa Sala, durante il periodo estivo delle ferie, tengano un'unica ad. la domenica, a motivo del poco afflusso di procl. e anche perché quasi tutti gli A. sono fuori per le vacanze. Crediamo che ciò non sia appropriato. È bene che ogni congregazione continui a tenere le proprie ad. anche nel periodo estivo. Sarebbe appropriato che gli A. prestabilissero in anticipo quando essi e la loro famiglia prenderanno il tempo delle loro vacanze in modo tale da org. affinché alcuni di loro siano sempre presenti e la congregazione abbia la dovuta cura e direttiva anche nel periodo estivo (SCC:SSC 4.11.85)

COMPORTAMENTO DURANTE IL CANTICO E LA PREGHIERA:


Ci dite che durante i cantici alcune coppie di giovani sposi si tengono abbracciati appassionatamente. Ci chiedete pure se è una posizione di rispetto cantare con le mani in tasca. Crediamo che non sia il caso di stabilire quale posizione assumere quando si cantano i cantici o quando si ascolta una preghiera. Si deve però tenere in considerazione che siamo in un luogo di adorazione e che ci rivolgiamo al Creatore.

Quando si prega è d’uso invitare gentilmente l’uditorio ad assumere una posizione di rispetto. Alcuni atteggiamenti risultano essere involontari, come appoggiarsi allo schienale della sedia davanti, o forse tenere le mani in tasca. Eviteremo di essere critici riguardo alla posizione assunta da qualcuno se non costituisce un vero problema e se non distrae gli altri. Quando accennate ad abbracci appassionati, ci è difficile immaginare come ci si possa abbracciare appassionatamente durante un’ad. Se il comportamento di qualcuno risultasse indecente, o distraesse l’attenzione di molti, o recasse disturbo, dopo gentili avvertimenti, la persona potrebbe essere invitata ad uscire dalla Sala. Ma crediamo che non sia la situazione che ci presentate.

Se ritenete che qualcuno abbia bisogno di suggerimenti, potete sentirvi liberi di offrirli, rispettosamente e senza imporre comportamenti o preferenze personali. Se si tratta di un gesto affettuoso come tenere sotto braccio il proprio coniuge, mettergli una mano sulla spalla o tenere per braccio un figlio, non vi sarebbe motivo di preoccupazione. Non sarebbe il caso di sindacare sugli atteggiamenti assunti nella Sala. Accertatevi, ogni volta che decidete di avvicinare qualcuno per dare gentilmente qualche suggerimento, di avere più che validi motivi. I fratelli comprenderanno i seri motivi che vi hanno spinto ad avvicinarli e saranno lieti di adeguarsi al corretto comportamento, onde agire in maniera degna della B.N. (SCD:SSD 13.7.93).



Crisi di coscienza,
Fedeltà a Dio
o alla propria religione?
Di Raymond Franz,
già membro del
Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova
Click sull'immagine per
accedere alla pubblicazione
 
   
       
 
   
       
01/08/2020
Torna ai contenuti