Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Thursday, 25 April 2019 05:50
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: ESPERIENZE > LA MIA PRIMA VOLTA ALLA SALA DEL REGNO

Adunanze, maestranze, transumanze!

Esperienza inviata nel forum (link)

E così venne il giorno. Certo non mi ero fatto pregare. Dopo poche settimane dall'inizio dello studio biblico (unico modo per accedere alla frequentazione della mia amata Melodia, tdg da ormai vent'anni), bello pimpante e centauro, facevo il mio ingresso nel cortile della sala del regno, la mia prima adunanza.

Ora, l'esperienza degli anni a seguire, mi ha insegnato che i neofiti, nella maggior parte dei casi, in tale circostanza, sembrano usciti da un centro di prima accoglienza: mal vestiti, mal rasati, aria stranita ed interrogativa. Melodia sa tutto questo e si raccomanda vivamente. Obbedisco! Mi presento vestito di lino bianco, camicia azzurra, cravatta blu, sbarbato e profumato: vengo scambiato per l'oratore! Chiarito l'equivoco stringo qualche decina di mani, rispondo ad altrettanti sorrisi e mi predispongo alla funzione.

Ci si scordi l'assoluto anonimato con cui si partecipa ad una messa cattolica, la nuova presenza elettrizza il gregge, qui nessuno si perde ogni tuo gesto. Non hai ancora il libro dei cantici? La vecchina al tuo fianco dimenticherà l'artrosi e stenderà il suo braccino per farti leggere con lei. Ti manca la Torre di Guardia? Segnalazioni di tipo nautico porteranno rapidamente a te un servitore di ministero, con la Tua rivista. Ti casca la bibbia? Tuffatori a raccogliertela! Tossisci? Eccoti una caramella! Starnutisci? Ecco un fazzoletto! Barrisci? Eccoti Tarzan! Vedi poco? Ti sarà donato un occhio! Respiri a fatica? Tracheotomia in loco! Che straordinaria manifestazione d'amore cristiano!

Ma siamo al discorso: massima attenzione generale! L'oratore è sgamato, ha 32 anni ma ne dimostra 51. Prima di iniziare piega la testa da un lato e lancia trasversalmente uno sguardo carezzevole: sta pascendo il gregge! Poi, dopo la similitudine di rito - tipo "così come voi mangiate il risotto bollente cominciando dai lati, ove s'è raffreddato, così Satana divora chi sta ai margini della congregazione" -, si scatena nell'oratoria.

Allora, se una figura di questo tipo, con queste movenze, questi argomenti ed ahimè, il più delle volte, con questa faccia, si presentasse alla vostra porta, oppure su di un baldacchino in pubblica piazza, con l'intenzione di promuovere o vendervi un elettrodomestico, sorridereste ammirati, ma sarcastici, per la palese intenzione imbonitrice di costui. Magari lo comprereste pure l'aspirapolvere o il pelapatate, così come una donna può anche farsi sedurre da una simpatica canaglia, ma senza concedere nulla più che poco denaro o qualche attimo di piacere. Egli viene invece considerato come il "dispensatoredelsanocibospirituale provvedutoasuotempo dalloschiavofedeleediscreto"! (si cita proprio così, tipo mammamammaquantipassidevofareperarrivarealtuo castellobellobello?) il propagatore delle indicazioni del corpo direttivo, la voce di Dio sulla terra! Così quando esorta i ragazzi a non fare sesso, non masturbarsi, non entrare in associazioni sportive mondane, non andare all'università, non farsi amicizie tra gli increduli, ma darsi sani obiettivi spirituali (tradotto: andare in predicazione ad oltranza o lavorare gratis per l'organizzazione), viene preso estremamente sul serio dai genitori, che si predispongono alla gestione del tutto.

Il gregge è attento, qualcuno prende appunti, in sala di tanto in tanto esplode il pianto di qualche neonato o bimbo piccolo, costretto alla partecipazione, ma non ci si bada, non crea disturbo. Si sa, sono le fisiologiche reazioni alla camicia di forza che gli si sta imponendo. Il discorso si conclude dopo mezz'ora tra gli applausi d'obbligo. Ne ascolterò centinaia! Conoscerò le pietre miliari nel cammino della consapevolezza geoviana. Che la trinità è un pacco, l'anima sono io, o al massimo il mio gatto, i morti son morti e non parlano, il paradiso è qui sulla terra in un'eterna area verde, vigilata dal cielo da 144.000 guardie ecologiche e che, asso nella manica, Gesù non morì sulla croce ma su uno stylos. E tale croce è talmente invisa ai testimoni che un oratore chiamò (ve lo giuro, credetemi), il famoso tirare a sorte con la monetina: TESTA O PALO! Me lo vedo mentre fornisce indicazioni stradali: "Il secondo PALOvia a destra", o legge le guerre di conquista del santo sepolcro: "le PALAte"!

Verrò ammonito che il desiderio partorisce il peccato, ed il peccato la morte, che il "mondo" ha i giorni contati, che la fine arriverà all'improvviso, e che Satana va in giro come un leone ruggente. Ma c'è di peggio. All'adunanza ed in servizio ci devi andare pure quando sei in villeggiatura! Sarò esortato ad indossare l'armatura di Dio e stare in guardia, pregando, predicando e contribuendo. Verrò comandato a non tradire, non rubare, non mentire, non fornicare, ma soprattutto ad ubbidire! Ed in modo piramidale! Poichè è il Cristo il capo della congregazione, la cui gestione è affidata agli anziani, che guidano e consigliano il gregge, impartendo istruzioni agli uomini, che le impongono (amorevolmente) alle mogli! Ed io mi rattristo, perché non sono sposato!

Ma l'imperativo sarà costante:" Non aggiogatevi agli increduli"! Sposatevi solo nel Signore!! Chi è amico del mondo è nemico di Dio!!! Così comincerò a detestarmi e, vedendomi allo specchio, sputerò sulla mia immagine! Ma tutto ciò è a seguire; ora cantiamo:

Benedici l'adunanza, Grande Geova ti preghiam,
Grati noi ci raduniamo, il tuo spirito chiediam.
Siamo consci del bisogno, del buon cibo spiritual,
Tu c'insegni a predicare, in noi poni amor leal.
Ti possiam qui adorare; d'esser santi cercherem
Accresciam la conoscenza; miti umili sarem.
Caro padre, ti preghiamo, dacci pace, umiltà,
Mentre noi esalteremo, la tua gran Sovranita!

LATO 2- LETTURA E COMMENTO DELLA TORRE DI GUARDIA

Negli ultimi anni e direttive sono cambiate rispetto al passato. Esiste una rivista Torre di Guardia da distribuire al pubblico, con le solite tematiche di carattere allarmistico/statistico: "Dovreste temere l'inferno? Chi c'è dietro il male del mondo? Dove si possono trovare veri valori spirituali?" Ed invece una rivista Torre di Guardia per gli addetti ai lavori. Più asciutta, professionale, graficamente ieratica! Questi alcuni articoli di tendenza e, fondamentalmente, l'essenza del messaggio: Imitiamo Gesù insegnando con amore. imitiamo Gesù predicando con coraggio. Siate zelanti per la casa di Geova. Siate zelanti nelle opere eccellenti. Cioè datevi da fare!!!

Si comincia. Dal podio il lettore legge un capitolo, il conduttore fa la domanda riassuntiva, dalla sala si risponde per alzata di mano. I commenti vengono selezionati dal conduttore partendo dai giovanissimi, per farli sentir partecipi, ai gregari, per renderli protagonisti, ai veterani per distribuire sicurezza. E come sempre, sono le donne a fare gli interventi più coinvolgenti, perché parlano di vissuto, di provato, poi, di versetti.

Io, che dirvi, sono cresciuto con l'immaginario televisivo degli annì 50 e 60, e questa situazione mi ricorda un film con Gary Cooper:"La legge del Signore", dove la guerra di secessione americana giunge infine presso una comunità di quaccheri, che nella loro sala tempio chiesa, decidono, esponendo ciascuno le proprie ragioni, se intervenire o meno nel conflitto.

Siamo al termine, si formulano le conclusioni, l'adesione è di massa; se Dio è con noi, chi può contro di noi? Cantiamo!
Il messaggio or annuncia,o mio popolo fedel,
il nemico non temer, ai mansueti fa saper,
Che il regnante Gesù Cristo, il nemico cacciò già
Presto Satana legato, più nessun danneggerà!
Non temer ch'il corpo uccide, ma distruggerti non può
Sii fedel sino alla fine, sempre io ti sosterrò!

Siamo alla preghiera conclusiva, che uno dei fratelli sale sul podio a recitare, rappresentando tutti noi. Lui e tutti i maschi della sala assumono la postura canonica, che è simile a quella che eseguono i calciatori davanti ad un calcio di punizione: gambe leggermente divaricate, mani intrecciate a coppa davanti agli attributi, capo chino nella tipica contrizione cristiana che esprime:"Vivo, ma non son degno!". Le donne, semplicemente, abbassano gli occhi, cui nulla sfugge, mai, da millenni esercitati. AMEN

La comunità lentamente si rilassa, come licantropi al calar della luna piena, sembrano tornare a sembianze umane! Cominciano a guardarsi attorno, si cercano, e si capisce subito chi è integrato e chi no! I vecchi restano seduti in attesa di visita, i giovani mostrano loro qualche minuto d'interesse, le donne sole stanno rigorosamente distanti dagli uomini soli, le giovani coppie si confrontano i pargoli, i bimbi finalmente scorrazzano scatenati. Gli Anziani confabulano. Convenevoli, frasi di circostanza, intrattenimento formale. Alcuni sono amici, per lo più sono colleghi. Il gregge si ricrea per un poco, ma rapidamente torna operoso. Taccuino alla mano fratelli e sorelle fissano appuntamenti per uscire in servizio, ritirano riviste e libri dalla biblioteca, versano oboli nelle cassette preposte, chi è di corvé spazza e strofina.

Io sono "nuovo", "persona interessata", "studente", "gradito ospite", e mi si onora ed omaggia sempre di un sorriso in più, una pacca sulla spalla, un come và! Qualcuno mi guarda sinceramente con favore, ma saranno soprattutto i giovanissimi a manifestarmi affetto. Perché la genuinità poetica dei miei commenti destabilizza i loro tutori, perché é nel mio riserbo sentono il fanciullo celato, perché ai ragazzi piace un adulto single, che non s'è fatto incastrare dalle femmine, che, sacca, bisaccia e zaino, sale sul suo scooter, novello cavaliere solitario, e si allontana sui colli della Brianza, verso chissa quali avventure! Salvo fermarsi alla prima area di sosta a chiamare disperatamente la sua amata, che non risponde!

Dingus

Altri messaggi dello stesso autore inviati nel forum:

http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=8&t=2357

http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=8&t=2582

http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=8&t=2684

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

 

REALIZZAZIONE TECNICA A TITOLO GRATUITO: TAGLAB ST

Privacy Policy | Cookie Policy

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici