Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Saturday, 16 February 2019 19:30
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: ESPERIENZE > RAFFAELLA

L'esperienza di Raffaella

Sono ormai tre anni circa che mi sono dissociata dai Testimoni di Geova ma per certi aspetti mi sembra ieri...

Quello che mi fa più male è il lavoro psicologico che viene da loro operato sulle menti delle persone che in buona fede cercano soltanto delle risposte.

Sono nata e cresciuta in una famiglia molto "spirituale" e soprattutto molto convinta di seguire la giusta via, la via della Verità...

Raccontare cosa voglia dire crescere in quel contesto sarebbe troppo lungo e comunque solo chi ci è passato può veramente capire...

Un episodio lo posso raccontare... Frequentavo la scuola media e tutti i giorni, avendo una sorella quasi gemella perché abbiamo una differenza di età di soli undici mesi, la aspettavo alla fine della scuola per tornare insieme a casa con lei. Una mattina però una mia compagna mi invitò a pranzo e lo fece con una certa insistenza. Alla fine accettai, dimenticandomi però di avvertire mia sorella. Quando finimmo di pranzare questa mia compagna di scuola mise in tavola una torta e in quel momento capii che si festeggiava il suo compleanno! Non dimenticherò mai come mi sono sentita dentro in quel momento. Scoppiai a piangere e singhiozzando al telefono spiegai la situazione a mio padre (allora anziano e tuttora molto attivo). La sua risposta mi raggelò: "Ti aspetto a casa". Non era molto rassicurante come premessa ed ero in uno stato di agitazione assurdo.


I TdG non festeggiano i compleanni

Quando tornai a casa ricorderò sempre come un flash nella mia mente mio padre che smise di lavorare al computer e mi seguì per la casa. Io non sapevo più dove andare a nascondermi e mi buttai sul letto e lì lui "mi fece capire la lezione". Più che aver dimenticato di aspettare mia sorella, si arrabbiò per l'idea che io potessi aver fatto compromesso mangiando un po' di quella torta. Mi sentii come un verme per molto tempo.

Tante cose potrei raccontare: i miei stati d'animo, le mie paure. Ma non so spiegare come mi sento ora a sapere di potermi sfogare con qualcuno che veramente mi capisce e con cui posso avere uno scambio di esperienze e di incoraggiamento.

Grazie per avermi teso una mano
 Raffaella

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

 

REALIZZAZIONE TECNICA A TITOLO GRATUITO: TAGLAB ST

Privacy Policy | Cookie Policy

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici