Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Sunday, 17 December 2017 03:24
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: LIBRO CONSIGLIATO

libro: Crisi di Coscienza

Crisi di coscienza.
Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Quasi nulla si sa dei "vertici" che guidano i Testimoni di Geova, di cosa accade durante le loro sedute deliberative, dei criteri che guidano le loro decisioni, spesso di enorme impatto nella vita dei fedeli: neppure gli aderenti ne sono al corrente. Terribilmente penetrante è il controllo esercitato sui "fratelli". Il libro testimonia il meccanismo che ha condotto uno di questi uomini, membro del Corpo direttivo, a entrare in una crisi di coscienza tale da fargli abbandonare il gruppo, e in esso una posizione di grande prestigio sociale, dopo 58 anni di appartenenza. (continua)

Spigolature
Non tutti sanno che...
La WTS ha più volte affermato che la "Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture" è una traduzione che si basa fedelmente sugli scritti originali. Il problema è che molti studiosi accreditati non sono d'accordo. Ecco ad esempio cosa ne pensa Ray Stedman: "Un accurato esame che va al di là dell'esteriore apparenza di erudizione dei traduttori, rivela un autentico miscuglio di fanatismo, ignoranza, pregiudizio e parzialità che viola ogni norma di critica biblica". Anche Anthony Hoekema non sembra averne una buona opinione: "La loro Traduzione del Nuovo Mondo non è una versione obiettiva della Bibbia in Inglese moderno, ma una traduzione di parte in cui molti degli originali insegnamenti della WTS sono stati introdotti di contrabbando".

:: ESPERIENZE > ROBYJOHN

Il "robyjohn pensiero"

Nella mia lunga carriera nei TdG sono sempre stato colpito dal comportamento tenuto dalla quasi totalità dei disassociati e/o dissociati, una volta lasciata l'organizzazione. Certi miei coetanei, per esempio, una volta lasciata la "verità", si "trasformavano" in persone completamente diverse da quelle che erano prima: li incontravi per le vie del quartiere ubriachi, altri diventavano attaccabrighe, altri ancora si tramutavano in persone veramente odiose, maleducate, volgari... Certuni invece, specialmente persone non più giovanissime, soffrivano per quel terribile isolamento che il non essere più TdG comporta... quindi depressioni, farmaci, etc., etc...

Ricordo ancora come il loro non voluto esempio, come l'essersi "trasformati" dopo aver lasciato la "verità", ci fosse quasi continuamente rammemorato nelle varie conversazioni tra "fratelli": "- Sai, ieri ho visto Giandisgrazia (... i nomi sono inventati... :-)) ... mamma mia a che passi si è ridotto..."; oppure: "- Da quanto Marialazzerona ha lasciato la verità... è caduta in una depressione... non mangia più... che magra che è diventata..."... e via dicendo...

E lì a fare la morale a noi "giovani", a dire che fuori dalla verità non c'è niente, che tutto è brutto... e a farci l'esempio della "PALLA"... (ehm... non nel senso anatomico del termine vero?... forse è meglio che ve lo racconti brevemente per evitare malintesi!!!). In pratica il dissociato era paragonato ad una palla lanciata con forza addosso ad un muro... per il rimbalzo questa non si ferma nel punto di partenza, ma continua oltre la sua corsa... ovvero, colui il quale lascia l'organizzazione non ritornerà ad essere quello di prima... ma andrà oltre e questi peggiorerà sia moralmente sia spiritualmente... E personalmente, vedendo con i miei occhi la metamorfosi di questi usciti, non potevo che essere sempre più convinto di essere nel giusto, ringraziando il fatto di essere ancora "dentro".

Io lasciai dopo varie vicissitudini i TdG. Non mi sono né dissociato (non mi interessa) né mi hanno disassociato (si vede che non gli interesso)... e dalle mie esperienze dopo l' abbandono della "retta via" ecco il mio "robyjohn pensiero".

Bazzicando nel forum e soprattutto parlando con molti "ex", ho notato come tanti, dopo aver troncato il "matrimonio spirituale" con l'organizzazione si siano ritrovati spenti, svuotati, in balia di dubbi, depressi... e la quasi totalità si lamenta della solitudine sociale che questo "divorzio" comporta... amici che non sono più amici, fratelli che non sono più fratelli, genitori che non sono più genitori..., etc., etc.

Altri ancora pur essendosi allontanati con disgusto da questa fede, continuano inconsciamente a seguire le sue ideologie (per es: "mah... è natale... ma tanto io non ci credo... lo sanno tutti che è una festa pagana... perché dovrei festeggiare e fare gli auguri?"... oppure: "toh...oggi compio gli anni... ma sì, tanto... alla fine è un giorno come un'altro!"...), e ancora molti che perdono la loro vitalità e la loro gioia di vivere, rimpiangendo i "bei tempi" nell'organizzazione...

.............BASTA..........BASTA............BASTA..........BASTA........FINIAMOLA............

PARLO PER ESPERIENZA PERSONALE: anche robyjohn ha lasciato l'organizzazione... anch'io, se pur non dissociato, sono stato sin da subito "isolato" da quel gruppo (sapete come si comportano no?... nel dubbio, trattiamolo come un disassociato... nel dubbio... non salutiamolo se l'incontriamo per strada... nel dubbio... se un camion lo sta per investire non avvertiamolo... uno di meno...) ... anche robyjohn il giorno dopo aver preso la decisione di lasciare la verità stava per fare il SADICO GIOCO DELLA TORRE DI GUARDIA.

Vi ricordate prima che vi ho raccontato di quegli "usciti" che incontravo nel mio quartiere o nella mia città... trasformati da persone normali a persone disgustose... o da persone felici a persone depresse? Quel comportamento è il "programma di autodistruzione" che la torre di guardia ha inserito nei nostri file... è una stringa di comando che si attiva quando come con windows abbiamo un bug nel sistema e decidiamo di dire basta...

Come quelle persone, incominciare a bere, a far uso di sostanze non proprio legali, a diventare moralmente discutibili, andando con signorine a pagamento, o molto più "semplicemente" (tra virgolette vero...) deprimendosi... sono solo reazioni che il corpo direttivo ci ha comandato di fare se noi abbandoniamo la "verità"... stiamo facendo il loro gioco... stiamo diventando l'esempio negativo... siamo la PALLA che rotolando nel fango morale... peggiora!!!

E qui parlo di come ho reagito io e di come hanno reagito altri... dell'antivirus, la contromossa da fare il momento stesso che ci togliamo dalle file del geovismo... l'istante dopo...

Se notate, il problema principale che ci ha accomunato tutti è stato l'isolamento, il trovarci soli... spaesati... chiedendosi da subito: "...e adesso? cosa faccio???... sono solo... nessuno neanche mi parla"... E proprio qui sta la prima grande soluzione al problema. Nel mio caso essendo "nato nella verità" mi sono trovato per il primo giorno nella mia vita... con me!!! Capite la grandezza della cosa... roby era con roby... io ero con me da solo... stupendo non triste... padrone di me stesso e non vassallo di Geova!!! Potevo da quel giorno decidere... potevo andare in tabaccheria e comprare un "gratta e vinci" senza che DENTRO roby sbucasse fuori da qualche parte un anziano... un fratello... mia mamma... Geova... a farmi sentire un peccatore... un non degno!!! Potevo essere SOLO... non dovevo temere la mancanza di compagnia... c'ero io... non dovevo riempire il vuoto dentro di me con l'alcool... c'ero io... non dovevo comportarmi come la società torre di guardia voleva che mi comportassi una volta uscito... dentro di me non comandava più un corpo direttivo... comandavo io... io ero il padrone di me. Questo era (ed è) un fatto POSITIVO...
i fratelli non mi salutano più... chi se ne importa io sono mio... i miei genitori mi parlano appena?... mi dispiace ma sono in compagnia di me .. IO NON HO TEMPO NEANCHE PER VOI.. IO PER ADESSO NON VOGLIO PARLARVI... adesso non c'è dio... non ho tempo per nessuno... devo stare con me... devo parlarmi... devo capirmi... non ho tempo da perdere con nessun' altro... non faccio il sadico gioco della torre di guardia... nessuno vedendomi per la strada mi vedrà mai barcollante per le troppe droghe o distrutto dalla depressione... io sono mio... io vi ho vinti... io sono e sarò l'esempio che non volete... io sono FINALMENTE felice!!!!

Capite, all'inizio quella solitudine sociale che i geoviani usano come arma è invece la più grande opportunità che ci possa capitare... dopo penseremo a cosa fare se i nostri genitori non ci parlano... dopo penseremo a rifarci una vita... dopo mi rifarò gli amici (e come ha detto un "saggio" in questo forum... in ogni città ci sono corsi, in ogni luogo si può fare del volontariato, ci si può iscrivere in palestra o addirittura smettere di pagare le bollette... se vogliamo la compagnia di qualcuno i sistemi per trovarla sono infiniti).

ADESSO posso FINALMENTE stare con me... altro che depressioni!!! Depressi sono coloro i quali dentro il loro intimo hanno più padroni... prigionieri di coscienze non proprie e di ragionamenti altrui... scherziamo?? rovinare la mia vita perché adesso mi comando io???...

Ricordo che i giorni successivi alla mia decisione di non frequentare i TdG incominciai ad andare a correre nei vari percorsi della salute della mia Verona... oltre al gran beneficio fisico, ancora adesso mi ricordo con piacere le sensazioni gradevoli che provavo nel poter "addirittura" pensare quello che volevo... capire quello che provavo... guardare, perché no, anche il sedere di una signorina e non sentirmi per questo "impuro" ma felice...

Ricordo quando nei periodi successivi (essendomi finalmente conosciuto!!!) il mio carattere è cambiato in meglio... la mia personalità e la mia indole sono sbucate fuori... (vi siete accorti che basilarmente sono goliardico?? he he he)... e PER FORZA, ho conosciuto gente nuova... PER FORZA, mi sono rifatto una vita... PER FORZA, ho trovato nella mia ragazza l'amore... PER FORZA.... perché ho avuto una grandissima opportunità... SONO STATO SOLO... SONO STATO CON ME... ho vinto la torre di guardia con le sue armi...

Forza ragazzi, quindi il primo passo, da come l'ho vissuta io, è non temere la solitudine che ti impongono i geovani... dopo, seguire i consigli di questo forum... e infine, come dico sempre, di non prendersi tanto sul serio...

Spero di non aver offeso nessuno e anzi spero di aver aiutato qualcuno... spero di non aver detto sciocchezze... ma comunque è un "robyjohn" pensiero....

vi saluto e vi abbraccio tutti...

ciao alla prossima 
ROBYJOHN

ROBYJOHN è un iscritto al forum infotdgeova.
Trovate qui una sua presentazione:
http://www.freeforumzone.com/viewmessaggi.aspx?f=47801&idd=1677

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

Free Sitemap Generator
REALIZZAZIONE TECNICA :: PROZAC2000 ST
Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici