Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Thursday, 16 August 2018 11:43
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: LIBRO CONSIGLIATO

libro: Crisi di Coscienza

Crisi di coscienza.
Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Quasi nulla si sa dei "vertici" che guidano i Testimoni di Geova, di cosa accade durante le loro sedute deliberative, dei criteri che guidano le loro decisioni, spesso di enorme impatto nella vita dei fedeli: neppure gli aderenti ne sono al corrente. Terribilmente penetrante è il controllo esercitato sui "fratelli". Il libro testimonia il meccanismo che ha condotto uno di questi uomini, membro del Corpo direttivo, a entrare in una crisi di coscienza tale da fargli abbandonare il gruppo, e in esso una posizione di grande prestigio sociale, dopo 58 anni di appartenenza. (continua)

Spigolature
Non tutti sanno che...
Guardatevi dall’'organizzazione'. Essa non è per niente necessaria. Riconosciamo che una visibile organizzazione e l’adozione di una denominazione specifica ci condurrebbe a un incremento numerico e ci farebbe apparire più rispettabili agli occhi del mondo ... Tuttavia l’uomo carnale non può capire come una compagnia di persone, priva di ogni visibile Organizzazione, riesca ad ottenere un qualsiasi risultato» -The Watch Tower, Marzo 1883. Se oggi un TdG dicesse queste cose verrebbe disassociato per apostasia. Per i Testimoni attuali, infatti, credere nell'Organizzazione è essenziale per fare la volontà di Dio. Chi non fa parte della loro organizzazione non è considerato un "vero cristiano", indipendentemente dalla sua fede e dall'impegno nel cercare di seguire l'esempio di Cristo. Fuori dall'Organizzazione c'è solo "il mondo di Satana".

:: LETTERE DAI TESTIMONI ::

Lettere dai Testimoni di Geova
(prima parte)

Lettere inviatemi da alcuni Testimoni. Ho tolto ogni riferimento personale per rispetto della privacy, cambiando in alcuni casi anche i nomi. Ho deciso di inserire nel sito solo queste lettere, come esempi del comune modo di pensare dei TdG e dell'opinione che essi hanno degli ex membri. Riporto qui anche alcuni post tratti dal newsgroup it.cultura.religioni

Sei Figlio della distruziove 
La tua è u'opera demonica
Quello che semini raccogli. È solo questione di tempo!!!!!!!!!!!!!!
O. L.

Risposta:
Grazie per la tua e-mail.
L'ho inoltrata al newsgroup it.cultura.religioni, nel quale ho anche scritto quanto segue:

Oggi ho ricevuto un messaggio di "auguri" da un Testimone di Geova.
Voglio renderne partecipe il newsgroup, cosi da rendere ancora più evidente - nel caso ce ne fosse bisogno - che tipo di sentimenti i TdG manifestano nei confronti dei loro ex:
O. L. mi scrive:

«Sei Figlio della distruziove
La tua è u'opera demonica
Quello che semini raccogli. È solo questione di tempo!!!!!!!!!!!!!!».

(Gli errori sono suoi: succede, quando si scrive con gli occhi iniettati di sangue...)
Davvero uno spirito esemplare...
Ma i Testimoni lo leggono il Vangelo? O si limitano a ripetere come pappagalli i giudizi emanati dalla Società Torre di Guardia?
Dovrebbero sapere che Dio giudicherà loro con lo stesso criterio con cui essi giudicano gli altri (Matteo 7:2).
Comunque questi messaggi mi interessano: li inserirò, infatti,  in una pagina del mio sito.
Comincio con questo di O. L.

Nel newsgroup un TdG, o un simpatizzante del gruppo, ha osservato quanto segue a proposito di questa lettera:

> e chi ci dice che le ha scritte un TDG?
> come fai a sapere se IO sono un TDG?
> Come li distingui? Dal colore della pelle, dal taglio degli occhi o da
> che...?

Mi sembra che la risposta alle tue domande sia ovvia. Questo TdG mi definisce "Figlio della distruzione" (cfr. Giov.17:12, dove si parla di Giuda...). Sono i Testimoni e la loro traduzione biblica a parlare di "distruzione". Le altre versioni bibliche usano termini diversi. Perché qualcuno dovrebbe poi inviarmi simili messaggi di condanna? Sono i Testimoni a considerare in tal modo quelli che essi definiscono "apostati".
Ho anche scritto personalmente all'autore degli "auguri" che, da bravo Testimone (o persona che segue la loro fede), non mi ha risposto. Sarebbe davvero interessante scoprire che questi auguri me li ha mandati un cattolico, o un evangelico, o un bahai... E perché mai avrebbero dovuto farlo?

> No, m'interessa molto....fammi luce spiegami la VERITà dai!!!
> Ma scusa se sei un ex-tdg mi spieghi tutta questa rabbia nei loro
> confronti?

Dove vedi questo odio? Non mi pare di mostrare odio. Invece, che tipo di sentimenti manifestano i TdG verso i loro ex? Hai letto quello che scrivono anche qui nel ng? Per esempio, recentemente uno di loro (non ancora battezzato) mi ha citato una pubblicazione, applicandone a me il contenuto: «Il Libro Perspicacia alla voce "odio": "Per lealtà a Geova, i suoi servitori odiano le persone e le cose che  egli odia. (2Cr 19:2) "Non odio io quelli che ti odiano intensamente, o Geova, e non provo nausea per quelli che si rivoltano contro di te? Li odio con odio completo. Mi sono divenuti veri nemici". (Sl 139:21, 22) Ma questo odio non cerca di  nuocere ad altri e non è sinonimo di disprezzo o rancore. Piuttosto si  esprime con l'assoluta avversione per ciò che è malvagio, evitando il  male e quelli che odiano intensamente Geova. (Ro 12:9, 17, 19) I  cristiani giustamente odiano gli inveterati nemici di Dio, come il  Diavolo e i suoi demoni, e anche gli uomini che volontariamente e  consapevolmente si oppongono a Geova."» (Post del 1/2/2000). Un altro TdG ha scritto che i Testimoni «provano un profondo disgusto per coloro che non solo sono  usciti di fra noi, ma che dedicano il resto della loro vita ad attaccare i  loro ex fratelli alleandosi con quella chiesa che ha le mani lorde del  sangue dei Testimoni di Geova di ieri. E io dovrei leggere i loro scritti.. Puah!!» (30/1/2000).
Dovrei imparare dai Testimoni che cos'è l'amore cristiano?

> Io sono un ex-cattolico ma non li odio....[i cattolici]

Immagino che nemmeno i tuoi ex correligionari ti odino... Immagino che i tuoi parenti cattolici continuino a trattarti come prima... Ti sembra che i TdG facciano lo stesso con chi non è più dei loro? Come ti sentiresti se persone che hai conosciuto e frequentato per anni, per il fatto che tu hai cambiato religione, ti considerassero come morto e proibissero anche ai tuoi intimi parenti di frequentarti? Rimarresti del tutto impassibile e sereno? Io devo ancora imparare ad esserlo.

> Cos'è ti dispiace che ti hanno cacciato?

Diciamo che mi dispiace che avvengano delle ingiustizie e che si calpestino i fondamentali diritti di ogni persona, facendo passare tutto questo per cristianesimo.

> Ma parla di DIO, parla di GESU', spiega il mistero della TRINITA',

Grazie per il suggerimento. Ho già parlato qualche tempo fa anche di questo nel NG.

> invece di queste inutili e puerili lettere che dovrebbero spiegare.....già...cosa
> dovrebbero spiegare? Che i TDG sono uomini con i loro bravi difetti?
> Che sbagliano come (penso) sbagli anche tu?

Queste lettere servono a far capire in quale realtà vivono i TdG; al di là della facciata di perbenismo e dell'atteggiamento amichevole che essi mostrano, si nasconde infatti una rigida ed inflessibile ideologia - che credo sia del tutto corretto definire "dittatura" -, un ferreo controllo delle coscienze altrui da parte del CD [Corpo Direttivo dell'organizzazione]. La cosa peggiore è che i TdG credono di manifestare in tutto questo la forma più pura ed elevata del cristianesimo. Altro che "sbagliare come tutti"! I TdG si ritengono l'unica religione giusta, e credono che meglio di loro non ci sia proprio nessuno!

> I miei auguri ( sinceri) sono che tu possa mostrare le stesse qualità di CRISTO che
> mostrò amore e non odio nei confronti del prossimo....di qualsiasi religione esso sia!

Grazie per questi auguri. Certamente avere lo spirito di Cristo significa amare tutti, indistintamente. Cercherò di migliorare, anche se, come ho detto sopra, io non odio i TdG (certamente non ho l'odio distruttivo che essi mostrano verso gli "apostati"): è vero invece che provo indignazione ed irritazione quando noto i loro astuti  - loro parlano di "strategia teocratica" - tentativi di negare i fatti, di nascondere la realtà e alterare lo spirito del cristianesimo. Anche Gesù si indignò qualche volta. Mai letto Matteo cap. 23?

Saluti
Achille Lorenzi

Petra, una persona che frequenta i TdG, ha così replicato ad un altro mio intervento nel newsgroup it.cultura.religioni:    

1)  Leggendo le pubblicazioni dei testimoni di Geova, non ho mai  avuto  modo di trovare inesattezze tra quanto in esse contenuto e le  Sacre Scritture: sia la traduzione del Nuovo Mondo che la Bibbia cattolica ed. Paoline che  consulto spesso.

Cara Petra, se hai visitato il mio sito e letto quello che vi ho scritto, almeno qualche inesattezza dovrebbe esserti balzata agli occhi.

2) Non trovo giusto e corretto  dire che i testimoni di Geova devono studiare la Bibbia : non è un dovere, perché ogni persona che lo fa è  pienamente cosciente di ciò che sta facendo e lo fa con piacere, perché  ne sente il bisogno. Ognuno di noi ha dentro di se questo bisogno  spirituale  ed ognuno è libero di indirizzarlo dove vuole. Nessuno dovrebbe sentirsi in dovere di criticare una scelta così  importante.

Scrivendo devono mi riferivo al fatto che lo studio deve essere fatto con l'ausilio delle pubblicazioni della Watch Tower; non parlavo dello studio della Bibbia in sé. Interessante la tua frase: "ognuno è libero di indirizzarlo [il bisogno spirituale] dove vuole". Che accadrebbe se un TdG mettesse letteralmente in pratica queste parole? Se qualcuno comprendesse che il suo bisogno spirituale sarebbe appagato maggiormente nella chiesa cattolica o in qualche altra religione, la sua "scelta così importante", espressa in piena coscienza, verrebbe rispettata? O i TdG si sentirebbero in dovere di criticarla? (leggi: disassociarlo come apostata).

Forse è meglio riflettere un po' di più prima di scrivere frasi e luoghi comuni che possono poi ritorcersi contro chi li ha espressi.

3) Un'altra inesattezza è il fatto che è testimoni di Geova interpretino le scritture. Ciò non corrisponde a verità.
Ogni articolo trattato nelle pubblicazioni ha più di un riferimento  biblico, proprio per mettere a fuoco il contesto dell'argomento  che viene trattato.  In pratica la Bibbia si spiega da sola. Non ha bisogno di interpretazioni!!!
Ciò è ben diverso da dalla nota in calce che è un pensiero di  qualcuno ... di qualche persona  e non di ... Dio.

Vorresti dire che la dottrina dei TdG nasce dalla semplice lettura della Bibbia, senza alcun apporto interpretativo degli uomini? Credi davvero che se tu avessi letto solo la Bibbia, senza "fare lo studio" su qualche libro crederesti in quello che credi ora?
Gli esempi sono innumerevoli ma te ne faccio qualcuno, tanto per rendere chiaro il punto (li elenco come mi vengono in mente):

1) Leggendo solo la Bibbia, si arriverebbe a credere che le trasfusioni di sangue sono vietate da Dio e che bisogna in casi estremi lasciarsi morire - e lasciar morire i propri figli  - pur di non accettare questo trattamento medico?
2) Leggendo solo la Bibbia si sarebbe compreso che i trapianti sono vietati?
3) leggendo solo a Bibbia si arriverebbe a comprendere che il 1914 è una data indicata dalle Scritture?
4) Leggendo solo la Bibbia, si comprenderebbe che solo 144.000 persone sono coloro che andranno in cielo e che questo è il numero di tutti i veri cristiani esistiti dal 33 d. C. al 1935 d. C., e che nel 1935 si è conclusa la chiamata alla vita celeste?
5) Le spiegazioni che il CD da del libro di Daniele o del libro dell'Apocalisse sono ovvie e palesi per chiunque legge tali scritti o sono invece il risultato di interpretazioni di uomini?
6) Leggendo solo la Bibbia si capirebbe che "lo schiavo fedele e discreto" è una classe attualmente rappresentata dalla decina di uomini che sono a Brooklyn?
7) Leggendo solo la Bibbia si sarebbe compreso che bisognava andare in carcere piuttosto che accettare di compiere il servizio civile? (interpretazione cambiata nel 1996). Molti hanno trascorso mesi ed anni in carcere perché prima di allora la Bibbia doveva essere compresa come voleva il CD.
8) Leggendo solo la Bibbia si sarebbe arrivati a credere che la fine sarebbe giunta in alcune date particolari? (1914, 1918, 1925; 1941/42; 1975).
9) Leggendo solo la Bibbia si capirebbe che Gesù è l'arcangelo Michele, anziché l'unigenito Figlio di Dio?
10) Leggendo solo la Bibbia si comprenderebbe che se qualcuno lascia il gruppo bisogna ostracizzarlo ed evitarlo in maniera assoluta e che perfino familiari e parenti devono trattare l'ex membro come morto?
11) Leggendo solo la Bibbia si comprenderebbe che se qualcuno fa delle ragionevoli e fondate critiche alle interpretazioni del CD, bisogna disassociarlo come apostata dal cristianesimo, come è successo nel mio ed in innumerevoli altri casi?

Basta così per ora. Credo sia evidente che per credere in queste cose sia indispensabile accettare delle interpretazioni di uomini, che non sono infallibili e che esprimono le loro mutevoli ed imperfette vedute.

4)  Ho visitato il tuo sito e l'ho trovato molto triste. Ho provato dispiacere per queste persone che coltivano dentro il loro cuore questi sentimenti  negativi.  Sicuramente la scelta da loro fatta ha influito in qualche modo sulla loro vita.
Deve essere pesante vivere con un peso sul cuore. Ma c'è sempre una via d'uscita !!   La si può trovare anche se è tanto ... stretta ed angusta

Ho l'impressione che tu non abbia letto nulla o ben poco di quello che ho scritto. Cosa vuol dire che hai trovato il mio sito molto triste? È triste perché ho scritto delle falsità? È triste perché ai TdG da fastidio che qualcuno se ne esca da loro e poi non se ne stia semplicemente zitto o ritorni "pentito" nel gruppo? È triste perché in quello che scrivo dimostro che la Watch Tower ha commesso degli errori? Allora basterebbe aprire qualsiasi libro edito dalla Società per sprofondare nella più acuta depressione: tali scritti infatti contengono critiche a non finire verso tutte le altre chiese e religioni. Mi piacerebbe davvero che qualche TdG mi indicasse qualche punto in cui ho scritto qualcosa di sbagliato, magari leggendo con attenzione le pagine del mio sito (sempre se tutto questo non li rattrista troppo...)
È certo difficile imparare a vivere in maniera autonoma. Ma è certo preferibile alla rinuncia della libertà di pensiero e di coscienza. La scelta di ritornare nel gruppo sarebbe più "facile", le pressioni che i TdG fanno per "costringere" la gente a rimanere fra di loro sono fortissime: se lasci vieni abbandonato da tutti. La "via d'uscita" a cui allude Petra è il ritorno nell'organizzazione, il "pentimento", solo dopo il quale si possono ritrovare i contatti sociali e familiari con gli altri TdG.
Questa sarebbe la via più facile. Io ho scelto quella più difficile, anche perché ho rispetto di me stesso, della mia coscienza e della mia dignità. È difficile certo, ma preferibile a qualsiasi "pentimento".

 con molta umiltà e tanto tanto amore.

L'amore non viene mai meno (1Cor 13:8).
C'è di che riflettere.

Saluti
Achille Lorenzi

Petra ha replicato:  

Achille, quanto rancore dentro te stesso.

Cara Petra, io ho l'impressione che tu non legga con attenzione quanto scrivo e che il rancore che vedi nei miei post sai più nella tua mente che nella realtà.

Quello che non capisco è come una persona, dopo un lungo ed attento studio e dopo aver capito dalle Sacre Scritture quello che comporta  ... e dopo aver accettato di propria volontà, senza alcuna costrizione  ma  provando grande felicità,  ... di diventare testimone di Geova .... ecco, come è possibile che questa persona abbia  poi .... per i motivi che sicuramente riguardano lei sola e che nessuno desidera conoscere (visto che si tratta di scelte PERSONALI : le sue insicurezze, i suoi dubbi, le risposte che si da ...) e dopo aver deciso  sempre NEL PIENO DELLE SUE FACOLTA' e di sua VOLONTA' di non accettare più quello che ha imparato, di perdere la relazione con Dio, di perdere amici e parenti ...ma essendone pienamente CONVINTA ... possa poi continuare a vivere così come stai facendo tu. Voglio dire ... se la decisione di lasciare i TdG  è stata una tua scelta (per il motivo che sai tu) e ne se convinto ... è inutile arrabbiarsi tanto, prendersela con loro ... andare a cercare chi sta contro di loro per rafforzare la lotta ... ma che t'importa!!!  Hai fatto la tua scelta ? Vai per la tua strada e vivi felice ... Diverso è il discorso se non sei convinto di ciò che hai fatto, in questo caso puoi fare una bella introspezione nel tuo cuore e capire cosa veramente stai cercando. Ma se tutto ciò che riguarda i TdG non ti interessa più, è distante dal  tuo modo di vedere le cose ...  nel senso che non puoi più applicarlo alla  tua persona,  ... lascia perdere che è meglio .... per tutti ... ma soprattutto per te.

Quello che scrivi dimostra che non hai letto niente della mia esperienza in cui menziono le ragioni e le vicende che hanno portato alla mia uscita dall'Organizzazione. I motivi sono riportati nel mio sito e tutti li possono esaminare.

Quello che sconcerta, per esempio, nella tua risposta è la tranquillità con cui scrivi che lasciando l'Organizzazione si perde la relazione con Dio: ne sei proprio convinta? Tu credi davvero che solo nell'organizzazione dei TdG sia possibile avere qualche tipo di relazione con Dio? Credi che, senza essere TdG non sia possibile credere in Dio, avere fede, leggere e credere nella Bibbia? Se pensi questo ti assicuro che ti sbagli, sia per quanto riguarda le mie attuali convinzioni - che pur non essendo più le "certezze" assolute dei TdG, rimangono tuttavia fondamentalmente cristiane -, sia per quanto riguarda milioni di altre persone che vivono una religiosità sincera e che sicuramente hanno una relazione profonda con il Padre, essendo da Lui amate ed approvate.

Parli anche della mia decisione di perdere amici e parenti; quanta tranquillità e candore nel modo in cui lo dici: è la cosa più naturale e giusta del mondo vero, insegnare che genitori e parenti devono evitare chi viene disassociato e considerarlo come morto?

Quello che non capisco è come i TdG possano trovare normale e cristiano un simile modo di fare. Prova ad immaginare se gli altri - tutti gli altri, compresi i tuoi genitori o i tuoi parenti - ti trattassero come una disassociata solo perché sei diventata Testimone? Te ne rimarresti serena ed impassibile continuando la tua vita felicemente come se niente fosse?

Comunque la mia decisione di parlare e di far conoscere la realtà esistente nel geovismo ha lo scopo altruistico di aiutare le persone ad evitare di cadere nella trappola di questa ideologia, nella quale è molto facile entrare ma dalla quale è difficilissimo uscire.

Aggiungo ancora che mi aspettavo almeno qualche tentativo di risposta ai numerosi esempi che dimostrano che i TdG interpretano la Bibbia mentre vedo che hai completamente ignorato le mie osservazioni. Chi tace acconsente. I Testimoni interpretano la Bibbia, contrariamente a quanto, un po' superficialmente e ripetendo un luogo comune diffuso fra i TdG, Petra aveva scritto nel precedente post.

P.S.  Puoi scrivermene di tutti i colori ed offendermi quanto vuoi ... ma

Scusa Petra, quando io ti avrei offesa? Ho riletto il mio post ma non vi ho trovato nulla di offensivo, a parte una chiara esposizione dei fatti, senza alcuna intenzione di denigrare od offendere alcuno. Forse mi è sfuggito qualcosa ma mi vorresti dire in che cosa ti avrei offesa?

sia tu che io sappiamo bene come stanno le cose ...

io credo davvero di essermene reso conto...

E visto che dici di avere rispetto per te stesso ....  cerca di averne anche un poco per gli  altri ... inclusi  i loro pensieri e le loro scelte ...  non tutti sono come  te !

Ma da quando evidenziare gli errori e le contraddizioni di un gruppo religioso - errori che in molti casi hanno coinvolto e stravolto la vita di moltissime persone, che sono anche morte per ubbidire a degli insegnamenti umani - significa mancare di rispetto per gli altri? Non fanno i TdG la stessa cosa quando denunciano le "falsità di Babilonia la Grande", cioè di tutte le altre religioni che meritano a loro dire solo la distruzione?
Rispettano davvero i Testimoni le scelte altrui?

Non tutti sono come me... Suppongo che tu intenda dire apostati, infedeli, cani ritornati al loro vomito... (so bene come stanno le cose e cosa pensano i TdG degli ex). Un po' di rispetto per gli altri - di cui dici di non conoscere motivazioni e di non capire gli scopi -  ci vorrebbe anche qui, non credi Petra? Forse bisognerebbe ascoltare e parlare con chi ha lasciato il gruppo, anziché trarre conclusioni superficiali ed errate sul loro conto. Peccato che ai Testimoni tutto questo sia vietato.

Un cordiale saluto
Achille

Messaggio conclusivo di Petra:

Desidero fare questa ultima precisazione:
Come avrai visto, Achille, ogni volta che mi sono state poste domande, per rispondere,  ho sempre fatto affidamento sulla Bibbia, citandone i  relativi versetti.
Sono molti anni ormai che leggo e studio le Sacre Scritture e ho trovato in esse tutte le risposte che cercavo. Sono il mio riferimento. Il mio punto di partenza. La base della mia vita. Quindi se dovesse sorgere qualche dubbio o incertezza o se devo risolvere un problema so già cosa fare: uso la Bibbia.
Come dice Proverbi 2 :10 <<... quando la sapienza sarà entrata nel tuo cuore e la conoscenza stessa sarà divenuta piacevole alla tua medesima anima, la stessa capacità di pensare veglierà su di te, il discernimento stesso ti salvaguarderà, per liberarti dalla cattiva via, dall'uomo che pronuncia cose perverse, da quelli che lasciano i sentieri della rettitudine per  camminare nelle vie delle tenebre ...>>.
1° Timoteo 6:20 <<... custodisci il deposito che ti è stato affidato, evitando le parole vuote che violano ciò che è santo e le contraddizioni della falsamente chiamata "conoscenza". Per fare mostra di tale conoscenza alcuni hanno deviato dalla fede.>> Quindi non sono interessata a questo tipo di considerazioni e polemiche che proponi. E tantomeno ne vorrei più essere coinvolta. Grazie.
Petra.


Rispetto la tua decisione Petra. Non mi pare comunque di essere stato insistente e nemmeno polemico. Permettimi qualche osservazione, su questo tuo desiderio di non essere coinvolta in un certo tipo di discorsi: I TdG visitano frequentemente le persone nelle loro case, pur sapendo che la stragrande maggioranza non ha alcun interesse per le loro argomentazioni.
Moltissimi hanno loro detto, varie volte, che non sono interessati e che non desiderano essere coinvolti nelle loro considerazioni. Però i Testimoni ritornano lo stesso, pur sapendo di non essere graditi...
Questo newsgroup non è una casa privata in cui si può entrare solo se invitati. Tu hai replicato ad una mia affermazione [rivolta ad un'altra persona nel ng] nella quale dicevo che quando uno lascia i TdG "l'autentico rapporto umano dovrebbe continuare ed invece viene troncato completamente, perché così è richiesto dall'Organizzazione (e non da Dio)".
È corretto concedermi la possibilità di rispondere, non credi? Il link che ti avevo segnalato riporta una mia considerazione sulle scritture che tu avevi citato a proposito della disassociazione e del modo in cui i TdG trattano chi esce dal loro gruppo. Ho pensato che, dato che ho parlato diverse volte di questo nel ng, avresti potuto leggere lì la mia risposta.
Suppongo di essere io "l'uomo che pronuncia cose perverse" che ha lasciato "i sentieri della rettitudine per camminare nelle vie delle tenebre ...". Non so come tu possa dire questo di me, dato che non mi conosci personalmente.
Nello scrivere queste cose, cara Petra, scusa se te lo dico, mostri in realtà di aver ancora bisogno di sviluppare un po' di più la "capacità di pensare" (come tutti noi, del resto) di cui parla il libro di Proverbi. È vero che il CD applica queste parole a chi lascia l'Organizzazione. Nel mio caso, comunque, per aver voluto manifestare maggiormente tali capacità, analizzando a fondo gli insegnamenti della Società - che non sono la stessa cosa della Bibbia - sono stato disassociato.
Sono convinto che se io avessi avuto molti anni fa la "capacità di pensare" e la "conoscenza" (di cui parla Proverbi) che ho ora, non sarei mai diventato TdG.
È davvero interessante questo passo che mi hai citato. Si potrebbe dire che "l'uomo perverso" sono tutti coloro che insegnano cose diverse da quello che è scritto nella Bibbia, pur professando magari di esserne i più degni interpreti. Anche il CD ha dato prova, in molte occasioni, di aver "pervertito" (uso il linguaggio di Proverbi) vari insegnamenti biblici, agendo in maniera tortuosa, insegnando prima una cosa e poi l'altra e cercando poi di negare o nascondere i fatti.
Tornando all'uso della propria capacità di pensare, cara Petra, anziché giudicare senza conoscere, il che è contrario ad ogni etica in cui si mostri rispetto per le persone, perché non  esaminare prima quello che dico e poi  trarne delle conclusioni? Altrimenti, agiresti anche tu proprio come quelle persone che  sbattono la porta in faccia ai Testimoni senza nemmeno ascoltarli.
Questo magari perché il loro prete ha detto che i TdG sono persone "perverse", "tortuose", che hanno 'deviato dalla fede', falsi profeti, ecc., ecc. (Cfr.Matteo 7:12).

Mi stupisce sempre (finché non si prova di persona non si può comprendere) il modo in cui i TdG trattano gli ex: il disprezzo, l'odio feroce, il tono di giudizio definitivo e di condanna che rivolgono verso persone che nemmeno conoscono ma che devono essere perverse, malvagie, infedeli, perché così vuole il CD! Come è possibile non comprendere che una persona può semplicemente aver fatto delle scelte diverse - magari anche sbagliate - ma che non possono, in ogni caso,  giustificare l'odio e il disprezzo? È questo quello che ha insegnato Gesù? Cara Petra, quello che io scrivo nel mio sito è semplicemente una parte della realtà che esiste all'interno della congregazione e che i TdG (in particolare il CD) preferirebbero non fosse conosciuta.

Saluti cordiali
Achille

Daniele mi ha scritto:

Caro Achille,... Ho già letto in precedenza alcune pagine del sito. Anche se il corpo direttivo avrebbe fatto un errore, significhi che nell'organizzazione non vada + niente bene, e si inizi a parlare male facendo apostasia? Nel suo sito riguardo ai saluti che non rivolgiamo ai disassociato, ha riportato i versetti, ho fa capire che ci impongono di non salutare gli altri? Oppure scrive che seguiamo il consiglio biblico? Ho letto il motivo della sua disassociazione messo sul sito, ma è vero, o si tratta di altri motivi, come immoralità? Daniele

Risposta

Caro Daniele,  mi scrivi:

Anche se il corpo direttivo avrebbe fatto un errore, significhi che nell'organizzazione non vada + niente bene, e si inizi a parlare male facendo apostasia?

Forse dovresti leggere con più attenzione tutto quello che ho scritto. Non critico "un errore", ma moltissimi punti in cui l'Organizzazione non è in armonia con la Bibbia, con la Storia e, quindi, con la Verità. La mia non è "apostasia" ma un'esposizione di fatti e di punti che dimostrano che i TdG non sono affatto l'unica vera religione al mondo. I TdG strumentalizzano le Scritture, bollando come "apostati" tutti coloro che si permettono di criticare o dissentire dalle opinioni degli uomini che compongono il CD. "Apostasia", secondo le Scritture, significa invece rigettare Cristo e la Verità, il che non è esattamente quello che insegna la Watch Tower.  Naturalmente con questo non voglio dire che non vi siano aspetti positivi fra i TdG, ma molte cose insegnate sono chiaramente sbagliate. Prova a leggere, per esempio, la mia ricerca sul libro di Daniele.

Nel suo sito riguardo ai saluti che non rivolgiamo ai disassociato, ha riportato i versetti, ho fa capire che ci impongono di non salutare gli altri? Oppure scrive che seguiamo il consiglio biblico?

Caro Daniele, prova a leggere, con calma ed attenzione, questa mia considerazione sull'argomento.

Ho letto il motivo della sua disassociazione messo sul sito, ma è vero, o si tratta di altri motivi, come immoralità?

Vedi Daniele, questa tua insinuazione rispecchia quello che ai TdG viene fatto credere, cioè che chiunque lasci il loro gruppo debba essere necessariamente un corrotto, un malvagio ed un immorale.  Non credo che sia eticamente corretto, e nemmeno cristiano, fare simili insinuazioni su persone che non si conoscono. Ho comunque inserito una lettera nel sito, che ho inviato nel 1999 al Garante per la privacy, nella quale si menzionano le ragioni per cui, secondo la Watch Tower, avrei "meritato" di essere disassociato (vedi qui: lettera al Garante).  

Un cordiale saluto  
Achille Lorenzi

Lettere anonime

On Mon Dec 11 15:29:33 2000,
Sono state inviate le seguenti informazioni:
Host: 213.26.85.210
nome = roberto
email = roby.com
commenti = vergognati non 6 nemmeno il pelo di un vero TdG.

Cosa avranno di speciale i peli dei Testimoni?

Poco dopo ha aggiunto:

On Mon Dec 11 15:32:41 2000, Sono state inviate le seguenti informazioni:
Host: 213.26.85.210
nome = roberto
email = roby.com
commenti = Fai altro,occupati di altro,fai qualcosa di bene * gli altri.Lo sai che stai sbagliando,solo che non lo accetti.Hai perso(ricordatelo)

Forse pensava di inviare questa e-mail a Del Piero. Avrà sbagliato indirizzo. Capita.

On Fri Jan 5 18:32:32 2001,
Sono state inviate le seguenti informazioni:
Host: 195.103.138.199
nome = Samuele
email = pippo@gsmbox.it 
commenti = Caro Achille,
Io sono un Testimone di Geova e sono fermamente convinto che questa sia la Verità. Capisco che tu ti sia lasciato convincere da materiale "apostata" (non pensare male, apostata è chi "deforma" la verità, sia volontariamente che non), ma posso garantirti che la maggioranza di quello che viene scritto sono fandonie inventate. Non capisco il perché di tanto odio verso di noi.

Ma dove vedono tutto questo odio da parte mia i TdG che mi scrivono? Da quando il fatto di criticare gli errori di un gruppo religioso equivale ad odiare? Che si dovrebbe dire allora delle aspre critiche che i TdG rivolgono a tutte le altre chiese e religioni?

Io personalmente non sono d'accordo con te riguardo al fatto che i Testimoni di Geova sono "indottrinati" e che la disassociazione sia un sistema per controllarci. Sul primo punto posso dire che da quando sono testimone di Geova capisco il perché di molte più cose, e non soltanto per dogma, ma perché esistono le prove viventi di quello che diciamo (forse non le hai analizzate con coscienza). Per quel che riguarda il secondo punto, conosco molti che hanno preso la decisione da "uomini" di dissociarsi spontaneamente e non sono rimasti come dei conigli ipocriti dentro l'organizzazione solo per paura. Dal mio punto di vista se tu guardi a fondo, capirai perché sei stato disassociato. Lo so che non potrei parlare con un disassociato, ma come saprai anche Gesù fece delle eccezzioni alla Legge cui era sottomesso. Spero che tu capisca lo spirito di questa lettera e non ti offenda. Ricorda: la strada da seguire è quella del Cristo. Ne conosci una migliore? Un fedele Testimone di Geova N.B.: L'E-Mail è falsa.

La chiusura di questa lettera è il colmo dell'ironia: un "fedele Testimone di Geova" che mette un indirizzo falso...

Altra lettera di "Samuele":

On Fri Jan 5 19:33:04 2001,
Sono state inviate le seguenti informazioni:
Host: 195.103.138.199
nome = Samuele
email = pippo@freemail.it 
commenti = Caro Achille,
Ho appena finito di leggere la tua lettera. Noto cosa pensi delle disposizioni sulla barba e sui baffi. Volevo solo dirti che se una persona ha preso una decisione in coscienza e per questa viene disassociato dall'organizzazione, deve ricordare che la congregazione (conservi unti, corpo direttivo, ecc.) sono uomini imperfetti. Sarà Dio a giudicare SINGOLARMENTE le persone. Intanto ricorda che l'organizzazione Watch Tower è l'unica che si sforza di seguire le leggi di Dio, anche se a volte sbaglia, ed a mio avviso dovresti esserle grato lo stesso per quello che hai imparato. Intanto tu sforzati di seguire la legge di Dio secondo ciò che hai CAPITO TU, non sulle vedute degli altri. Se l'organizzazione cambia, e sta cambiando, credimi, allora potrai tornare, perché sta assumendo il tuo punto di vista sulla coscienza.

Meglio tardi che mai, anche se, per il momento, i pretesi cambiamenti esistono solo nella fantasia di questo TdG.

Non ti pare una gran cosa? Ah, un'ultima cosa: io ho sempre applicato i principi biblici con coscienza (la MIA), la maggioranza fa questo, ma a volte è giusto "non far sapere alla mano sinistra" cosa ne pensi, fa parte della maturità cristiana.

Chissà cosa intendeva dire. Forse che fa quello che gli pare, in barba agli insegnamenti del CD? Ma se lo scoprono... questo signore diventerà un Testimone senza peli ;-)

On Fri Jan 5 20:01:18 2001,
Sono state inviate le seguenti informazioni:
Host: 195.103.138.199
nome = Samuele
email = pippo@freemail.it 
commenti =

Caro Achille, Ma che sfiga hai avuto con un comitato simile? Anch'io ho avuto a che fare con un comitato, ma non mi hanno trattato così. Una mia amica che era stata disassociata, in seguito ha scritto al comitato di filiale e ha potuto avere un comitato imparziale, il quale non l'ha disassociata, ma incoraggiata ed aiutata, mentre gli anziani del primo comitato hanno "preso carne".

spero non sia stata carne di MUCCA PAZZA... ;-).

Inoltre, per quel che riguarda le trasfusioni, ti ripeto che se uno viene disassociato perché in coscienza sua ha deciso di fare una trasfusione, poi sarà Dio a giudicare SINGOLARMENTE. Chi ti dice che Dio non distruggerà i fautori della regola delle trasfusioni di sangue, se errata? Nessuno può dirlo. Sono UOMINI. Inoltre, la società può cambiare, come ha fatto nel passato. Cerca di essere un po' flessibile anche tu per favore.

Vedi Matteo 7:3,4

Emy ha scritto:

dato che sei stato testimone di geova probabilmente avrai il libro "ragioniamo". alla pagina 36 ci sono varie scritture che spiegano il motivo del tuo abbandono... perchè?

Alle pag. 36, 37 e 38 c'è una definizione ad hoc del termine "apostasia", fatta apposta per sanzionare coloro che si permettono di criticare la Watch Tower e per intimorire quelli che stanno prendendo in considerazione l'idea di lasciare l'organizzazione, facendo loro credere che subiranno l'avverso giudizio di Dio.

sai benissimo che questa è la verità e che geova guarda ogni cosa che fai e pensi ma nel cuore non ti è rimasto più niente? da una parte ci dispiace però dall'altra... salmo 37:38 amare geova DIO è la cosa più meravigliosa che esista

su questo concordo. Ma amare Dio non è la stessa cosa che amare la Watch Tower.

un consiglio: presto ci sarà un giudizio sulla terra, tu cosa stai aspettando? Geova è colui che ti ha dato la vita e tu lo rispetti in questa maniera? se hai le p....dimostralo!
Firma: Emy

Cara Emy, la cosa che mi ha colpito di più e la chiusura della tua e-mail: "se hai le p....dimostralo!"
Che linguaggio da chi pretende di essere una vera cristiana! Insegnano ad esprimersi in questo modo ora alla Scuola Teocratica?
Credo di aver dato prova sufficiente del mio coraggio, anche costruendo il mio sito, nel quale non mi nascondo dietro nomignoli semi-anonimi.
Penso che i TdG "convinti" siano semplicemente incapaci di comprendere che si stanno sbagliando. Non è colpa loro ma del condizionamento mentale a cui sono sottoposti.
Perché non provi, serenamente e con mente aperta, a rispondere alle domande di questo Test di verifica? 
Credo che potrebbe esserti di beneficio. Auguri Emy.

Lettere dai Testimoni di Geova (seconda parte)>>>



Torna alla pagina precedente

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

 

REALIZZAZIONE TECNICA A TITOLO GRATUITO: TAGLAB ST

Privacy Policy | Cookie Policy

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici