Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Monday, 22 April 2019 06:42
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: LA WTS E L'ONU ::

Lettera aperta
di un testimone di Geova sul caso WTS/ONU

La seguente lettera, scritta da un Testimone di Geova "unto", è stata inviata a 5.800 congregazioni negli Usa, a 101 filiali in tutto il mondo e a moltissime congregazioni nel Canada. La lettera originale in inglese si trova qui: link.


20 marzo 2004

Cari fratelli,

Come Testimoni di Geova e ministri di Cristo, il nostro più importante interesse è onorare il nome di Dio, mentre ci manteniamo senza macchia dal mondo. A tale scopo la Watchtower ci ha sempre esortati a smascherare fermamente l'errore e l'ipocrisia della Cristianità e a mantenerci fermi dalla parte della verità. Ma, che cosa dobbiamo fare se proprio la Watchtower diventa colpevole di grande ipocrisia? Che cosa facciamo se alcuni dei nostri fratelli che prendono la direttiva sono quelli che mancando di fede disonorano il nome di Dio? Come dovrebbero reagire i Testimoni di Geova? Dobbiamo smascherare l'ipocrisia religiosa ovunque essa esista, o dobbiamo rimanere in silenzio? Queste non sono domande ipotetiche, fratelli miei. È una situazione che ci riguarda direttamente. Come Testimone di Geova unto, ho scelto di parlare ora della questione, senza preoccuparmi delle conseguenze di questa mia azione.

In breve, questi sono i fatti. La Watchtower inviò inizialmente una richiesta di iscrizione nel 1991 e fu accettata dalle Nazioni Unite come una ONG nel 1992. Ma che cosa è esattamente una ONG? Una ONG è un'organizzazione non governativa ufficialmente riconosciuta che usa la sua influenza per promuovere le Nazioni Unite ed i loro obiettivi. Per quasi dieci anni la Watchtower ha agito segretamente come una ONG internazionale.

Ma, quanto il quotidiano The Guardian di Londra pubblicò la storia nell'ottobre del 2001 (qui l'articolo), immediatamente la Watchtower ritirò la sua adesione. Dopo una valanga di domande sull'argomento, la Watchtower inviò una lettera al quotidiano The Guardian e agli uffici delle filiali in tutto il mondo, dichiarando che la sola ragione per cui era divenuta una ONG era per ottenere l'accesso alle risorse della biblioteca dell'ONU (cliccare qui per visualizzare tale lettera).

Comunque, semplicemente non è vero che la Watchtower dovette divenire una ONG per ottenere accesso alla biblioteca dell'ONU. Secondo il capo degli uffici della biblioteca "Dag Hammarskjöld", prima degli eventi dell'11 settembre, qualunque ricercatore qualificato o studioso poteva ottenere un accesso temporaneo ai servizi dell'ONU. Solo dopo l'attacco terroristico dell'11 settembre 2001, per ragioni di sicurezza, fu ristretto l'accesso al personale dell'ONU ed a rappresentanti delle ONG autorizzati. Inoltre, l'ONU gestisce circa 400 biblioteche in tutto il mondo, dove le informazioni sulle diverse agenzie e sui programmi dell'ONU sono a disposizione del pubblico. Semplicemente le asserzioni della Watchtower non stanno in piedi di fronte all'evidenza.

Anche la lettera della Watchtower alle Filiali dichiara: "Il modulo di registrazione giacente alle Nazioni Unite di cui abbiamo copia in archivio non contiene nessuna dichiarazione in conflitto con le nostre credenze cristiane".

Anche questo sembra essere ingannevole. Secondo il DPI (Dipartimento di Informazione Pubblica) dell'ONU, le ONG candidate vengono attentamente selezionate e devono soddisfare i criteri stabiliti per essere approvate. Secondo la risposta del DPI alle domande fatte per i Testimoni da Geova, la Watchtower fu accettata come ONG perché convennero di sostenere le Nazioni Unite. Ecco in parte che cosa risposero: "Accettando di associarsi al DPI, l’organizzazione ne accettò i criteri di associazione, incluso quello che prevede il sostegno ed il rispetto dei principi dello Statuto delle Nazioni Unite, oltre all’impegno di operare con ogni mezzo per svolgere un’efficace campagna informativa dei programmi delle NU presso i suoi aderenti e nei confronti di più grandi masse di persone." (Si veda la lettera ufficiale del DPI: link).

Inoltre annualmente è richiesto alle ONG che forniscano le prove al DPI che realmente esse stanno informando il pubblico circa i diversi programmi dell'ONU. Ha fatto questo la Watchtower? Sì, lo ha fatto. Infatti la Società ha scritto in realtà degli articoli per questo specifico scopo.

Per esempio, nella rivista Svegliatevi! del 22 di novembre 1998 è stato scritto un articolo per elogiare la Dichiarazione dei Diritti umani delle Nazioni Unite, nel cinquantesimo anniversario dalla firma. Perfino l'ONU fa riferimento a quella Svegliatevi! nel suo sito web (link).

Un altro esempio è La Torre di Guardia del 1° ottobre 1995, nella quale è riportato un articolo elogiativo dell'ONU nel cinquantesimo anniversario della sua fondazione nel 1945. Un ulteriore esempio che potete consultare è la Svegliatevi! dell'8 dicembre 2000, nella quale si loda l'agenzia UNICEF dell'ONU. Controllando nel CD-Rom della Watchtower troviamo che durante il periodo ONG dal 1992-2001, nella rivista Svegliatevi! vi sono più riferimenti alle Nazioni Unite che al Regno di Dio. Riconosciamo che molti di questi riferimenti sono innocenti, ma l'obbligo primario della Watchtower come ONG ufficiale richiedeva semplicemente di divulgare informazioni - non importa quanto fossero superficiali.

Pertanto, è evidente che la Watchtower ha effettuato un sottile, ma deliberato sforzo per "compiere un’efficace campagna informativa sulle attività delle NU ... nei confronti di più grandi masse di persone," come viene richiesto a tutte le ONG riconosciute. Se non l'avessero fatto, senza dubbio la Società non avrebbe potuto mantenere il suo status di ONG.

Vi è dell'altro, la Watchtower sapeva molto bene che altre istituzioni la riconoscevano come una ONG operante. Come lo sappiamo? Nell'ottobre del 2000, la Watchtower partecipò a quello che fu chiamato il Vilnius International Forum on the Holocaust. La Watchtower fu compresa nel programma insieme a molte altre ONG internazionali. Il fratello James Pellechia rappresentò alla Watchtower davanti al forum (link, la Watchtower è elencata in fondo [Nota: il dominio non esiste più dal luglio 2007. Si veda il seguente link: http://www.lootedart.com/MG7WJA76903]).

Inoltre, sembra che nell'ottobre del 1999, il governo Australiano abbia tenuto un'inchiesta allo scopo di promuovere la cooperazione tra il governo e le ONG. Due delegati della Watchtower furono presenti davanti al Joint Standing Committee of Foreign Affairs, insieme ai rappresentanti ONG delle fedi Ebraica, Musulmana ed Ortodossa.

Tuttavia, la lettera della Watchtower alle Filiali dice: "Eppure, i Criteri di Associazione delle ONG, perlomeno nella loro ultima versione, contengono un linguaggio che non possiamo condividere. Quando ce ne siamo resi conto abbiamo immediatamente cancellato la nostra registrazione.Siamo lieti che la questione sia stata sottoposta alla nostra attenzione”.

Ma, poiché la Watchtower partecipò sia al Vilnius Holocaust forum che all'inchiesta Australiana, come ONG internazionale, ed annualmente i fratelli ripetevano la registrazione e presentavano esempi del suo lavoro alla DPI dell'ONU, molto prima che "la questione fosse portata [alla loro] attenzione", l'unica conclusione che si può trarre è che la dichiarazione di Betel è una completa menzogna.

I fratelli responsabili devono avere conosciuto durante tutto il tempo ciò che era richiesto da una ONG ed essi furono diligenti nei loro compiti con l'ONU. Ovviamente, essi ritirarono la loro affiliazione ed inventarono questa bugia solo quando i fatti vennero esposti nell'articolo del quotidiano The Guardian, e benché il vincolo con l'ONG si sia sciolto - le bugie rimangono.

Alcuni fratelli potrebbero essere propensi a prendere alla leggera l'affare Watchtower/ONG, pensando che abbia poca importanza. Tuttavia, faremmo bene a riflettere sul corso di integrità assunto dai Testimoni di Geova del Malawi negli anni 70. Come potete ricordare, il governo del Malawi richiese a tutti i suoi cittadini di acquistare una tessera politica da 25 centesimi. Tuttavia, i Testimoni di Geova rifiutarono fermamente, perché lo considerarono come un compromesso della loro neutralità politica. Di conseguenza il presidente Banda sospese semplicemente i diritti civili ed i fratelli e le sorelle furono soggetti a malvagi attacchi e molti persero la vita. I fratelli persero il loro lavoro, le attività commerciali e le case. Bande di delinquenti violentarono le nostre sorelle. La maggioranza dei nostri amici furono costretti a fuggire dal paese ed a vivere in campi profughi. Tuttavia, il loro atteggiamento intransigente per il Regno di Geova è una fonte di ispirazione per tutti i Testimoni di Geova fino a questo giorno.

La Watchtower, d'altra parte, ha tradito Geova e tutti i Testimoni di Geova. Benché non fossero minacciati, come i nostri fratelli del Malawi, si sono affrettati a firmare un accordo con le Nazioni Unite; promettendo il loro aiuto e la loro cooperazione ad un'agenzia che riconosciamo come una mera falsificazione del Regno del Dio. Non soltanto, ma la Betel ha ingannato milioni di fiduciosi proclamatori e pionieri facendo loro diffondere la propaganda dell'ONU alla gente. Di conseguenza l'intera organizzazione si è compromessa davanti agli occhi di Dio. Questa non è affatto una accusa infondata fatta dagli oppositori, come sostiene la Watchtower.

La domanda è, dato che Geova considerò un atto di apostasia quando l'antico Israele e Giuda fecero alleanze di compromesso con le nazioni circostanti, che cosa penserà Dio della situazione attuale? Non ci insegna la Watchtower che Geova disciplinò l'organizzazione dopo il 1918-19 per alcune indiscrezioni e compromessi? Tuttavia, il caso Watchtower/ONG e la sua copertura di menzogne è molto più penoso dei compromessi relativamente insignificanti del passato. Perché dovremmo supporre che ora Geova passerà semplicemente sopra la nostra mancanza di fede? Sappiamo che Geova è misericordioso e buono ma la regola della legge dice che "in nessun modo esenterà dalla di punizione."

Forse le parole di Geova per mezzo di Geremia descrivono esattamente la nostra attuale condizione spirituale: "Anche la cicogna nei cieli conosce bene i suoi tempi fissati; e la tortora e il rondone e il bulbul osservano bene il tempo della venuta di ciascuno. Ma in quanto al mio popolo, non ha conosciuto il giudizio di Geova."

Il problema reale è che erroneamente abbiamo supposto che Cristo iniziasse il giudizio della casa di Dio prima del 1918. In conseguenza di questo errore, non abbiamo nessuna base scritturale valida per prevedere alcuna futura ispezione del tempio. Tuttavia, si legga la nostra scrittura per l'anno 2004. Cristo disse ai suoi schiavi unti "di mantenersi svegli' prima dell'arrivo come un ladro del Padrone di casa; ovviamente, ciò avverrà quando il giudizio avrà luogo sulla casa degli schiavi unti di Dio. Ragionevolmente, anche, ciò accadrà quando "egli lo costituirà su tutti i suoi averi."

In tal caso, questo significa che lo schiavo malvagio ha ancora autorità vicino allo schiavo fedele all'interno della famiglia unta di Dio. Sicuramente, l'influenza di un schiavo infedele all'interno degli uffici della Betel è l'unica spiegazione possibile per lo spregevole atto di infedeltà della Watchtower nella faccenda dell'ONG. In considerazione di ciò, dobbiamo considerare l'applicazione di Geremia 5:26 alla nostra situazione attuale. Vi si legge: "Poiché fra il mio popolo si sono trovati uomini malvagi. Essi continuano a spiare, come quando gli uccellatori si acquattano. Hanno posto una rovinosa [trappola]. Catturano uomini".

Siamo stati ciechi. Nessuna meraviglia che Geova ponga la domanda piuttosto scomoda nel capitolo 42 di Isaia, dicendo ai suoi testimoni: "Chi è cieco, se non il mio servitore, e chi è sordo come il mio messaggero che io mando? Chi è cieco come il ricompensato, o cieco come il servitore di Geova?Si trattava di vedere molte cose, ma non guardavi. Si trattava di aprire gli orecchi, ma non ascoltavi."

Geova ordina alla sua sentinella: "Chiama a piena gola; non ti trattenere. Alza la tua voce proprio come un corno, e dichiara al mio popolo la loro rivolta, e alla casa di Giacobbe i loro peccati" (Isaia 58:1).

Ironicamente, il commento della WT su questo versetto di Isaia dice: "Che eccellente esempio di perseveranza è Isaia per i Testimoni di Geova di questi tempi moderni che sono stati incaricati di predicare la Parola di Dio e di smascherare l'ipocrisia religiosa"! Ma, quando Geova ha incaricato Isaia di smascherare i peccati di quelli che Dio chiamava "il mio popolo", perché pensiamo che questo si applichi alla Cristianità e non alla nostra propria casa?

Se zelantemente additiamo l'ipocrisia della Cristianità, non dovremmo essere ancora più zelanti nel rivelare l'ipocrisia religiosa fra i Testimoni di Geova, considerando che rappresentiamo Geova Dio? Fare qualche cosa di meno, sarebbe pura ipocrisia da parte nostra.

Molti Testimoni di Geova sono già inciampati dinanzi all'ipocrisia della Watchtower su questo argomento. Alcuni anziani divenuti coscienti della situazione dell'ONG sono rimasti disgustati. Proclamatori che si sentono turbati da questa faccenda e che parlano di questo scandalo con altri fratelli e sorelle nella congregazione vengono accusati di apostasia dagli anziani increduli. La Watchtower ha messo agli anziani nella non invidiabile posizione di disassociare erroneamente i Testimoni di Geova della congregazione, semplicemente perché parlano veracemente dell'ipocrisia della Watchtower. Che tragedia!

In considerazione di questa preoccupante situazione e del biasimo che indubbiamente questo ha già recato sul nome di Geova, vi invito a considerare immediatamente questo argomento. Abbiamo la sicurezza che finalmente la verità emergerà comunque; in un modo o nell'altro. (Eccl 12:14) Pertanto, vi sollecito come sorveglianti e compagni Testimoni di mettervi dalla parte della verità e della rettitudine. Spero che agirete in maniera giusta e discuterete questo argomento col vostro corpo locale degli anziani, e con i sorveglianti di circoscrizione e di distretto.

Sinceramente, un Testimone di Geova

Firmato: [il nome viene riportato nella copia originale della lettera]

Per altre informazioni si visiti www.e-watchman.com

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

 

REALIZZAZIONE TECNICA A TITOLO GRATUITO: TAGLAB ST

Privacy Policy | Cookie Policy

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici