Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Sunday, 25 June 2017 02:17
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: PROFEZIE ::

Un incontro che nessun testimone di Geova vorrebbe avere

Una coppia di pioniere prepara il solito sermone da impiegare nell'opera di casa in casa e prende spunto dal "Ministero del Regno" della settimana che inizia il 3 novembre 1997, dove si dice:

“Coltivate l’interesse per le Notizie del Regno”. Domande e risposte. Dimostrare le presentazioni del paragrafo 6. In una di queste, mostrare come si può iniziare uno studio biblico

[par. 6] La volta scorsa le ho lasciato un volantino dal titolo ‘Ci sarà mai amore fra tutti gli esseri umani?’ Offriva un gratuito studio biblico a domicilio. Sono tornato per mostrarle la pubblicazione che usiamo per lo studio. [Mostrare il libro Conoscenza]. Questo libro spiega chiaramente quando tutti gli uomini si ameranno e risponde ad altre domande che forse si sarà posto: Perché invecchiamo e moriamo? Perché Dio permette le sofferenze? Che ne è dei nostri cari morti?” Poi dite: “Se mi permette, vorrei farle vedere come si tiene questo studio”. Se il padrone di casa declina l’invito, chiedetegli se preferisce leggere il libro per conto suo. In caso affermativo, lasciategliene una copia e spiegate che la nostra opera di istruzione biblica è sostenuta da contribuzioni volontarie. Prendete accordi per tornare.

Pertanto, la conversazione che segue e del tipo che nessun Testimone di Geova (TdG) gradirebbe tenere. Infatti l'interlocutore della scena che vi proponiamo e una persona molto informata e documentata, capace di tenere testa al più preparato dei TdG. Vi invitiamo a seguire con molta attenzione e a far tesoro degli spunti offerti dalla conversazione.

(Una delle pioniere bussa la porta) ... Buon giorno Signora.

(Padrona di casa) Buon giorno, desidera?

(Pioniera) La volta scorsa le ho lasciato un volantino dal titolo: "Ci sarà mai amore fra tutti gli uomini"? Offriva un gratuito studio biblico a domicilio. Sono tornata per mostrarle la pubblicazione che usiamo per lo studio. Ecco, vede: si intitola 'La conoscenza che conduce alla vita eterna". Questo libro spiega chiaramente quando tutti gli uomini si ameranno e risponde ad altre domande che forse si sarà posta: Perché invecchiamo e moriamo? Perché Dio permette le sofferenze? Che ne è dei nostri cari morti? Se mi permette vorrei farle vedere come si tiene questo studio.

(Padrona di casa) Si, la ringrazio. Però vorrei ricordarle che tempo fa iniziai già uno studio biblico con una signora TdG su un altro libro quasi simile a questo (se permette glielo prendo ). Ecco, s'intitola: "La Verità che conduce alla vita etema". Ricordo che considerammo alcuni capitoli proprio come quelli che lei mi accennava poc'anzi. Ricordo in particolar modo ciò che mi faceva notare sulla fine del mondo a pag. 6, che riassumo brevemente:

"Il tempo e prossimo! ... queste medesime condizioni sarebbero state la prova che viviamo negli 'ultimi giorni' del presente sistema malvagio. Fra breve l'amorevole Creatore porrà fine sia alla malvagità che a quelli che la causano ..." e a pag. 8 "Prossimo un cambiamento mondiale": "La Parola di Verità di Dio ci dice molto chiaramente che ci appressiamo in gran fretta a un cambiamento mondiale. Il nostro tempo e quello a cui penso Gesù Cristo quando predisse la fine di questo sistema malvagio. Il nostro tempo e quello in cui vi sarà la distruzione di questo intero sistema".

Le faccio notare che questo libro fu pubblicato nel 1968, vale a dire circa 40 anni fa, con prospettive catastrofiche immediate di rara eccezione. Poi arrivammo all'11° cap. dal tema "Gli ultimi giorni di questo sistema malvagio" dove a pag. 95, sopra una bellissima illustrazione con la scritta "ultimi giorni" e una data "1914" con una freccia "entro una generazione", c'era scritto che rimane "un breve periodo di tempo" prima che venga la fine e citava Salmo 90:10, fonte dei 70 o 80 anni al massimo entro cui si sarebbe verificata la fine del sistema malvagio. In parole semplici "la fine del mondo"…

Disegno a pagina 95 del libro "La verità che conduce alla vita eterna".

lo, in verità, mi mostrai un po' scettica a questo tipo d'informazioni e ricordo che feci alcune domande a chi mi faceva lo studio ed ebbi l'impressione di averla messa alquanto in imbarazzo. Con mia grande sorpresa notai che la signora non venne più a quegli incontri settimanali e questo mi insospettì, anche perché ero abbastanza incuriosita circa le spiegazioni sulla fine del mondo che lei mi andava esponendo volta per volta.

(Pioniera) Mi scusi la domanda, ma lei come fa a sapere tante cose su di noi?

(Padrona di casa) Vede, ricordai di avere una mia lontana parente che da molti anni era TdG andai a trovarla e le chiesi in prestito alcune pubblicazioni da poter consultare da sola, cercando di farmi un po' di cultura sui TdG. Mentre le mie ricerche procedevano alacremente, ricordo che un giorno fui fermata per strada da due giovani che con molto garbo mi offrirono due riviste, una Torre di Guardia e una Svegliatevi! del 15 e 22 giugno 95. Fui colpita dal titolo in prima pagina della rivista Svegliatevi!:

"Predizioni false e profezie autentiche: come distinguerle?"

E continuando alla pagina successiva diceva: "Per migliaia d'anni profeti di sventura hanno predetto che la fine del mondo era imminente", e faceva un po' il riassunto di quanti, a partire dal primo secolo hanno nutrito aspettative errate da farli divenire 'profeti di sventura'. Ma, la vedo un po' perplessa, mi dica, lei ricorda di aver letto questa rivista ?

(Pioniera): No, non ricordo di averla letta.

(Padrona di casa) Permette allora che le legga questo paragrafo, a pag. 8?

(Pioniera): Si, l'ascolto.

(Lettura da parte della padrona di casa) "È necessario correggere il proprio punto di vista" Molti cristiani si aspettavano che Cristo ritornasse un po’ prima della fine dell’anno 1914 e li portasse in cielo. Perciò in un discorso pronunciato il 30 settembre 1914 Alexander H. Macmillan, Studente Biblico, affermò: “Questo probabilmente è l’ultimo discorso pubblico che pronuncerò perché presto andremo a casa [in cielo]”. Macmillan chiaramente si sbagliava, ma quella non fu l’unica aspettativa sua o degli altri Studenti Biblici a non realizzarsi. [In altre parole, non fu la prima falsa profezia ad essere amemssa. Ma continuiamo:]

Gli Studenti Biblici, noti dal 1931 come testimoni di Geova, si aspettavano anche di vedere l’adempimento di meravigliose profezie bibliche nel 1925. Ipotizzarono che in quel tempo sarebbe iniziata la risurrezione terrena, grazie alla quale sarebbero tornati in vita fedeli uomini dell’antichità, come Abraamo, Davide e Daniele.

Ed a questo punto vorrei mostrarle un altro articolo apparso nell'ultima pagina di copertina della Torre di Guardia del 15 sett. 1997 dal tema: "Di quali promesse potete fidarvi'?" In esso viene affermata una verità incontestabile:

"L'incapacità dell'uomo di predire il futuro e in netto contrasto con la capacità di Dio".

Perciò solo le predizioni e le promesse di Dio sono degne di fiducia. Ma i testimoni di Geova contrariamente a quanto hanno scritto in questo articolo, hanno da sempre riposto fiducia nelle promesse dell'uomo, cioè del "Corpo Direttivo", promesse che puntualmente non sono state mantenute. Ad esempio, il signor Rutherford, secondo presidente della Società Torre di Guardia , promise ai suoi creduli seguaci che:

"MILIONI DI PERSONE ORA VIVENTI (nel 1920) NON ENTRERANNO MAI NELLA TOMBA"

Perché di lì a poco (nel 1925) avrebbe avuto inizio la fase terrena del Regno di Dio. E a sostegno di questa sua promessa, Rutherford pubblicò e mostrò nel libro "Milioni or viventi non morranno mai", ben 477 prove scritturali e storiche che il mondo è finito, e che ai MILIONI dei viventi quest'oggi in sulla terra, (nel 1925) viene offerta l'opportunità non morire'. Da allora sono trascorsi oltre 80 anni e viene spontaneo chiederci:

Dove si trovano ora quelle persone che riposero fiducia nelle promesse del profeta Rutherford ? Non si trovano forse proprio in quel posto nel quale il signor Rutherford assicurava loro che non sarebbero mai finiti, cioè nella tomba?

Questo a riprova di quanto sia stolto confidare nelle promesse dell'uomo. Infatti la scritta Parola di Dio ci da un'ampia conferma con queste parole riportate nel Salmo 146 vers. 3 (scrittura molto conosciuta dai TdG): "Non confidate nei nobili. Né nel figlio dell'uomo terreno a cui non appartiene alcuna salvezza".

Quindi possiamo ancora dire di trovarci di fronte ad una seconda ammissione di falsa profezia, come dice appunto l'articolo in questione, ma continuiamo.

"Più di recente", dice quest'articolo di Svegliatevi!, "molti testimoni congetturarono che gli avvenimenti legati all'inizio del Reggo millenario di Cristo avrebbero potuto cominciare ad adempiersi nel 1975. Le loro aspettative si basavamo sulla constatazione che in quell'anno sarebbe iniziato il settimo millennio della storia umana".

E qui l'articolo termina, ancora, con l'evidente ammissione di tre false profezie, non le pare?

Mi scusi, allora, le faccio una domanda, lei era a conoscenza delle previsioni relative al 1914, 1925, 1975? In altre parole sapeva quello che era stato falsamente profetizzato in quel tempo?

(Pioniera) No. Sinceramente non ero a conoscenza. Lo sto apprendendo solo ora, in questo momento. Comunque a prescindere da quello che mi sta dicendo, la nostra opera di istruzione biblica adempie la profezia di Matteo 24:14. Infatti, in questo libro "La conoscenza che conduce alla vita eterna", a pag. 105 e scritto: "I testimoni di Geova si rendono conto che incorrerebbero nella colpa del sangue se non annunciassero la Buona Notizia, e una volta che questa Buona Notizia sarà stata predicata in tutta la terra abitata, verrà la fine di questo sistema malvagio.

(Padrona di casa) Signorina, mi dica, lei conosce la scrittura di Deut. 18:20-22? Se permette glie la leggo:

Comunque, il profeta che ha la presunzione di pronunciare in mio nome una parola che io non gli ho comandato di pronunciare. .. quel profeta deve morire. E nel caso tu dica nel tuo cuore; 'Come conosceranno la Parola che Geova non ha pronunciato? Quando il profeta parla nel nome di Geova e la parola non avviene o non si avvera, quella e la parola che Geova non ha pronunciato. Il profeta la pronunciò con presunzione, non ti devi spaventare di lui".

Mi scusi allora la domanda: Ma lei prima di diventare TdG ha mai confrontato quello che le dicevano con quanto afferma la Bibbia? Mi vuoleeguire, per favore con quanto dice questo vostro libro 'La verità che conduce alla vita eterna' a pag. 12 e 13? Mi segua per favore (lettura)

Perché la nostra adorazione sia accettata da Dio, dev'essere fermamente radicata nella Parola di Dio... Poiché non vogliamo che la nostra adorazione sia vana, e importante che ciascuno di noi esamini la propria religione. Dobbiamo esaminare non solo ciò che personalmente crediamo, ma anche ciò che e insegnato da qualsiasi organizzazione religiosa alla quale siamo associati. Sono i suoi insegnamenti in piena armonia con la Parola di Dio, o si basano sulle tradizioni degli uomini? Se amiamo la verità, non c'e nulla da temere da tale esame.

Quindi, come avrà notato, signorina, tra quei profeti di sventura che per migliaia d'anni hanno profetizzato una fine del mondo sempre imminente, ci dobbiamo includere, indubbiamente, anche la vostra organizzazione che nonostante quella parvenza di superiorità dottrinale che vanta nei confronti di altre denominazioni religiose, volutamente o per ignoranza dimentica solo ciò che tre giorni prima di morire Gesù disse:

"Siate vigilanti, dunque, perché non sapete in quale giorno verrà il vostro Signore". E ancora aggiunse: "In quanto a quel giorno e a quell'ora nessuno sa, né gli angeli del cielo né il figlio ma solo il Padre. Continuate a stare in guardia, siate svegli, poiché non sapete quand'e il giorno fissato".

Come avrà notato, signorina, ci siamo fin qui soffermati esclusivamente alle date menzionate nella rivista Svegliatevi! Ma, sicuramente la conversazione potrebbe risultare eccessivamente lunga e ci porterebbe sicuramente molto lontano se citassimo altre date profetiche spacciate per verità di Dio, per es. come, oltre quelle già citate del 1914, 1925, 1975, quelle del 1874, 1915, 1918, 1920, 1940.

Quindi, credo proprio sia il caso di ascoltare il suggerimento che ci viene da Cristo Gesù, riportato nel Vangelo di Matteo al cap. 24: 23-25 che dice testualmente:

"Allora se qualcuno vi dice: ''Ecco il Cristo e qui', o: 'E' la!' non lo credete. Poiché sorgeranno falsi Cristi (falsi unti) e falsi profeti che faranno grandi segni e prodigi da sviare, se possibile, anche gli eletti. Ecco vi ho preavvertiti".

Quindi, devo ammettere di esserle debitrice per aver suscitato in me quell'interesse verso la Parola di Dio assopito da tanto tempo. Perciò, posso estenderle il mio invito allo studio della Bibbia che teniamo in casa mia ogni settimana anche con altre persone interessate, come me e credo anche lei?

(Pioniera) Non so. Mi faccia riflettere. Magari ritornerò, ma, con un fratello più esperto.

(Padrona di casa) Senta, un'ultima cosa le voglio dire, lei ha detto che tornerà con un fratello più esperto, si, le faccio io una profezia in questo momento, lei non tornerà più qui, perché oggi ha trovato una persona preparata ed anche perché sicuramente lei ascolterà quello che le suggerisce la sua organizzazione attraverso la rivista "Torre di Guardia" del 15 marzo 1986 a pag. 13 par. 13 che le leggo testualmente:

«E se mentre predichiamo la Buona Notizia la gente facesse domande o sollevasse obiezioni simili a quelle degli apostati ? Naturalmente, se una persona non e sincera e desidera semplicemente polemizzare, [in altre parole, se non è disposta a lasciarsi indottrinare] di solito e meglio scusarci e passare alla porta successiva».

Pertanto, la prossima volta, nel suo consueto giro lei sicuramente ignorerà questa casa e passerà oltre, alla successiva, come le suggerisce la sua Organizzazione, ma tenga presente che sia la prossima casa che quelle del piano di sopra che nell'intero stabile ci sono tante famiglie che settimanalmente hanno aderito a sostenere quello studio biblico di cui si accennava prima. Cosi, mi creda, se lei trovasse ovunque persone preparate, potrebbe dare anche un taglio netto alla sua opera proselitistica ritenendola ormai superata e inopportuna. Arrivederla!

E' superfluo dire che le due pioniere non tornarono più in quella casa.

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

Free Sitemap Generator
REALIZZAZIONE TECNICA :: PROZAC2000 ST
Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici