Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Monday, 22 April 2019 06:25
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: LIBRO CONSIGLIATO

libro: Crisi di Coscienza

Crisi di coscienza.
Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Quasi nulla si sa dei "vertici" che guidano i Testimoni di Geova, di cosa accade durante le loro sedute deliberative, dei criteri che guidano le loro decisioni, spesso di enorme impatto nella vita dei fedeli: neppure gli aderenti ne sono al corrente. Terribilmente penetrante è il controllo esercitato sui "fratelli". Il libro testimonia il meccanismo che ha condotto uno di questi uomini, membro del Corpo direttivo, a entrare in una crisi di coscienza tale da fargli abbandonare il gruppo, e in esso una posizione di grande prestigio sociale, dopo 58 anni di appartenenza. (continua)

Spigolature
Non tutti sanno che...
La WTS ha più volte affermato che la "Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture" è una traduzione che si basa fedelmente sugli scritti originali. Il problema è che molti studiosi accreditati non sono d'accordo. Ecco ad esempio cosa ne pensa Ray Stedman: "Un accurato esame che va al di là dell'esteriore apparenza di erudizione dei traduttori, rivela un autentico miscuglio di fanatismo, ignoranza, pregiudizio e parzialità che viola ogni norma di critica biblica". Anche Anthony Hoekema non sembra averne una buona opinione: "La loro Traduzione del Nuovo Mondo non è una versione obiettiva della Bibbia in Inglese moderno, ma una traduzione di parte in cui molti degli originali insegnamenti della WTS sono stati introdotti di contrabbando".

:: QUESTIONARIO ::

SI PUO' AVERE UN'INTIMA RELAZIONE CON DIO?

...per ricevere il favore di Dio e averlo come amico e intimo compagno, è necessaria una relazione più stretta dell’essere semplicemente una sua creatura. Per sperare di ottenere la vita eterna è essenziale essere in armonia con lui e con i suoi propositi. La cosa meravigliosa è che chiunque, se veramente lo desidera, può avere questa relazione una volta ricevutane l’opportunità ...  Cosa potrebbe esserci di meglio, quindi, che stabilire un’ottima relazione con Dio e con suo Figlio? ...  in che modo tale ottima relazione si dimostra concreta, intima, calorosa e sicura? (w79 15/10 pp. 12-16).

Il seguente questionario vuole cercare di verificare quanto questa "intima relazione con Dio" sia realmente vissuta dai TdG o da chi lo è stato. Il questionario può essere compilato naturalmente anche da chi appartiene ad altre fedi religiose o anche da chi non aderisce a nessuna fede.

1. Sei un Testimone di Geova?

No


2
. Sei un ex Testimone di Geova?

Se rispondi "Altro", puoi specificare?

 


No
 Altro


3
. Cosa ne pensi dell'espressione "intima relazione con Dio"?



4
. Se sei (o sei stato) un TdG, pensi di avere (o di avere avuto) realmente un rapporto intimo e personale con il Creatore?

- Se rispondi "Altro", puoi specificare?



No
Altro

5
. Se segui un'altra fede religiosa, ritieni di essere in uno speciale rapporto con Dio?

No

6. Quando preghi (o pregavi) ti sembra (sembrava) di avere questo rapporto così intimo con Dio?

 

 Sì
 No
Altro

- Se rispondi "Altro", puoi specificare?


7. Hai (avevi) la consapevolezza di parlare davvero con una Persona?

No
8. Ritieni invece che le tue preghiere siano (fossero) piuttosto formali e abitudinarie?

No

9. Cosa pensi sia necessario fare per riuscire ad avere un rapporto personale con Dio?



10
. Quali pensi che siano le conseguenze psicologiche che si creano in chi è consapevole di non avere questa speciale relazione, quando gli viene detto che è invece indispensabile averla per essere approvati da Dio?


11. Pensi che i TdG in generale abbiano questa speciale relazione?
 Sì
 No
Altro

- Se rispondi "Altro", puoi specificare?



12
. Ti è mai capitato di chiedere a qualche TdG se ha dei dubbi sulla realtà di questo rapporto personale di cui tanto si parla nella congregazione?

No

13
. Pensi che le parole di Romani 8:16 - «E voi non avete ricevuto uno spirito di servitù per ricadere nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito di adozione, mediante il quale gridiamo: "Abbà! Padre!"» - esprimano una realtà da te vissuta?


No

- Se rispondi "Sì", puoi descrivere brevemente questa tua relazione?




14
. Per quale ragione credi di non avere (o di non aver avuto) questa "intima relazione" con Dio?


15. Ti sei mai colpevolizzato rendendoti conto di questo?

No
16. Credi che in qualche modo la Società Torre di Guardia sia consapevole dei devastanti effetti che questi sensi di colpa producono?

 Sì
 No
 Altro

- Se rispondi "Altro", puoi specificare?


17
. Come pensi che reagiscano i TdG per attenuare o ridurre questi sensi di colpa?


Citazione: «I Testimoni in generale credono, abbastanza consapevolmente, che, se rimangono fedeli alla Società Torre di Guardia, non avranno mai problemi mentali, nemmeno quelli causati da disagi fisici. I problemi mentali vengono interpretati come sintomo di peccato personale o altrimenti percepiti come mancanza di natura religiosa o morale. I Testimoni di Geova attivi devono essere persone felici e ben adattate, e se non lo sono ciò significa che stanno recando dispiacere a Dio o non si stanno comportando secondo la volontà di Dio. I Testimoni hanno ben presenti versetti biblici come il Salmo 128:1-2: «Felice è chiunque teme Geova, chi cammina nelle sue vie... sarai felice e ti andrà bene» [TNM]. Il Testimone ne deduce che: "Se non sono felice, deve essere perché sto recando dispiacere a Dio. Il problema deve essere dentro di me, non si trova sicuramente, non può trovarsi, nell'Organizzazione di Dio". Questa credenza spesso serve solo a rendere più intensi i sensi di colpa del Testimone e, paradossalmente, rende ancora più solida la sua fedeltà a quella che crede sia l'unica Organizzazione di Geova: "L'Organizzazione ha ragione, sono io che devo avere torto". Questo atteggiamento verso la vita ("Io non sto a posto, tu sì") è molto difficile da cambiare per un terapeuta senza con questo diventare critico verso l'Organizzazione che i Testimoni attivi seguono fedelmente. Un Testimone che è stato attivo per molti anni o che è cresciuto nel Movimento e soffre di malattia mentale, avendo fatto sua la struttura di credenze dei Testimoni, arriverà alla conclusione che: "Non sono veramente un Testimone. Non posso esserlo, perché i Testimoni sono persone felici e contente e io non lo sono. Dio deve avermi rifiutato. Non potrebbe considerarmi con favore come uno dei suoi servitori". Questo sentimento può, ovviamente, causare profonda depressione, acuto senso di colpa e aggravare ulteriormente qualunque problema mentale ci sia. A causa di questa difesa auto-accusa implicita negli insegnamenti della Società, il tipico Testimone, una volta accortosi del sorgere di un problema mentale, peggiora anziché migliorare» ("I Testimoni di Geova e la salute mentale", J. Bergman, pp. 37, 38).

18. Se sei (o sei stato) TdG cosa ne pensi delle parole di questo studioso? Ritieni che, in qualche misura, rispecchino anche la tua esperienza personale?



- Se segui un'altra fede (religiosa o laica), puoi esprimere il tuo pensiero in merito alle parole di Bergman?

Come sei arrivato su questo sito?
Se altro specificare:

 


 

Se vuoi... puoi dirmi come giudichi questo test?

 

 Pessimo
 Mediocre
 Sufficiente
 Buono
 Ottimo
 Non saprei

 

Sempre se vuoi... puoi dirmi la tua età?

 

 0-15
 16-25
 26-35
 36-45
 46-55
 55+

 

L'inserimento di questi dati è facoltativo.

Nome:

Professione:

Regione e provincia di residenza:

E-mail:

Queste informazioni saranno considerate strettamente riservate e non verranno 
in alcun modo rese note ad altri, nel pieno rispetto della legge 675/96 sulla privacy.

Inserisci qui di sotto un tuo eventuale commento:

Premi ora il pulsante per inviare il modulo:




Attenzione: se il tuo computer è dotato di un firewall (p.e. Norton Internet Security 2003), l'invio del modulo potrebbe non avvenire. Per ovviare a tale inconveniente, disattiva temporaneamente il firewall e premi nuovamente il tasto Invia query.

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

 

REALIZZAZIONE TECNICA A TITOLO GRATUITO: TAGLAB ST

Privacy Policy | Cookie Policy

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici