Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Friday, 19 April 2019 06:47
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: SCIENZA E TDG ::

Carnivori o vegetariani?


Una delle credenze condivise dai testimoni di Geova e dai fondamentalisti in generale è che gli animali vissuti prima del diluvio - evento collocato dai TdG nel 2370 a.C. - fossero tutti vegetariani. Ecco cosa si legge, per esempio, nella rivista Svegliatevi! del 22/4/83, pp. 11-12, in un articolo intitolato "Quando in tutta la natura ci sarà armonia":

Non furono fatti per uccidere

Ma che dire di quelle caratteristiche degli animali e degli uomini che sono usate per ferire e uccidere? Dato che Dio aveva creato una grande varietà di diverse caratteristiche, molte poterono adattarsi alla nuova situazione per permettere la sopravvivenza.

Per esempio, la maggioranza degli animali avrebbe continuato a mangiare la vegetazione, come avviene ancor oggi. Un esempio è quello del possente gorilla, con i suoi terribili denti, denti usati ancora per strappare e divorare pesante vegetazione. Ma altri si adattarono a mangiare carne. I predatori però costituiscono solo una piccolissima percentuale degli animali.

Anche l'uomo si è adattato. Nella sua imperfezione e caparbietà, egli usa spesso la mente e le mani per sfregiare e uccidere. È diventato anche cannibale, nutrendosi di altre creature umane. E i suoi denti possono adattarsi per mangiare la carne, benché in Eden non facesse parte della sua alimentazione.

Ma che dire dell'"equilibrio della natura"? Se gli animali non venissero uccisi come sarebbe mantenuto questo equilibrio? Anzitutto, era l'uomo che doveva vivere per sempre sulla terra. Agli animali non fu fatta questa promessa. Terminato il corso della loro vita sarebbero morti.

Molti animali inoltre hanno degli innati meccanismi che ne riducono la fecondità quando c'è sovrappopolamento. E questo avviene ora senza il diretto intervento di Dio. Certo, quando verrà il tempo stabilito da Dio perché tutta la terra sia riportata alle pacifiche condizioni edeniche, non sarà niente di straordinario per il grande Progettista degli animali e degli uomini tenerne sotto controllo il numero senza che vi sia ricorso alla violenza.

Un esempio di come Dio può reprimere la violenza negli animali è la pace che regnò per circa un anno fra gli animali e gli uomini nell'arca di Noè.

Ricordate che le condizioni attuali non sono come quelle esistenti nel paradiso di Eden. L'ambiente allora era molto diverso. Probabilmente vi erano molti cibi diversi. Forse gli animali coi denti più robusti si nutrivano di vegetazione più solida. I loro denti erano fatti apposta per questo.

Secondo i TdG quindi tutti gli animali prima del 2370 a.C. si nutrivano di vegetali. Solo dopo quell'evento alcuni si sarebbero adattati "alla nuova situazione per [sopravvivere]". Questo è un tipico esempio di cosa accade quando ci si attiene ad una lettura fondamentalista della Bibbia: anziché cercare di capire la realtà osservando i fatti e traendo da essi delle conclusioni logiche, sensate o addirittura ovvie, si parte da alcuni passi biblici per adattare la realtà alle proprie peculiari interpretazioni dei medesimi.

Accadde la stessa cosa al tempo di Galileo: interpretando erroneamente la Bibbia e attribuendo ad alcuni versetti un valore scientifico, la chiesa cattolica condannò Galileo accusandolo di negare la "verità scritturale" che il sole gira intorno alla terra e non viceversa. 

«Allora Giosuè parlò all'Eterno, il giorno che l'Eterno diede gli Amorei in potere de' figliuoli d'Israele, e disse in presenza d'Israele: "Sole, fermati su Gabaon, e tu, luna, sulla valle d'Aialon!"» - Giosuè 10:12.

In realtà non era la Bibbia ad essere in errore ma i suoi interpreti. Nessuno oggi crede che il sole giri intorno alle terra, eppure c'è ancora chi sostiene - partendo dagli stessi erronei presupposti - che i carnivori fossero tutti erbivori solo poche migliaia di anni fa!

Gli esempi che dimostrano come i predatori siano sempre stati tali e che le caratteristiche fisico-anatomiche da essi possedute siano innate e geneticamente predisposte per farne dei carnivori sono veramente innumerevoli e solo chi è accecato da pregiudizi di natura "dottrinale" non può comprendere od ammettere quanto sia assurdo, illogico e contrario ad ogni evidenza voler negare questi fatti.

        
Erano tutti erbivori fino a 43 secoli, fa secondo i TdG.


Anche lo Smilodon, o tigre dai denti a sciabola (ora estinto), sarebbe stato un erbivoro, secondo i Testimoni.

E i dinosauri?


Cranio fossile di Tirannosaurus Rex

Non solo gli animali attualmente esistenti - come tigri, leoni, squali, coccodrilli, ecc. - ma perfino quelli vissuti milioni di anni fa sarebbero stati tutti vegetariani! Ecco cosa si legge infatti nella Svegliatevi! dell'8/2/90, p. 11, a proposito dei dinosauri (grassetto aggiunto):

Alcuni dinosauri (e pterosauri) possono essere stati veramente creati nella quinta era elencata in Genesi quando, come dice la Bibbia, Dio fece le "creature volatili" e i "grandi mostri marini". Forse altri tipi di dinosauri furono creati nella sesta epoca. La grande varietà di dinosauri con il loro enorme appetito sarebbe stata appropriata data l'abbondante vegetazione che esisteva evidentemente nel loro tempo. - Genesi 1:20-24.
Tutti dinosauri quindi, nella loro grande varietà, sarebbero stati dei placidi erbivori [nota].

Anche qui si potrebbero menzionare innumerevoli esempi, basati sull'evidenza dei fossili, che permettono di dimostrare al di la di ogni ragionevole dubbio che moltissimi dinosauri e rettili vissuti nel remoto passato erano dei carnivori predatori. Mi limito a riportare questi due esempi:


Ittiosauro

Gli ittiosauri vissero nel corso del Triassico superiore. Sebbene assomigliassero agli odierni delfini, erano rettili, non mammiferi. Si nutrivano di pesci e di seppie perché all'interno di alcuni fossili ne sono stati trovati resti appena ingoiati, in quello che evidentemente fu l'ultimo loro pasto.

Dinosauri come il Coelophysis, veloce e di leggera costituzione, erano adatti a catturare altri dinosauri più piccoli, nonché insetti e rettili simili a lucertole. In una delle migliori scoperte di Coelophysis, dozzine di loro scheletri sono stati trovati insieme, apparentemente trasportati da un fiume in piena. Gli scheletri di Coelophysis, trovati nel Nuovo Messico (USA), contenevano scheletri dei loro piccoli. Poiché questi scheletri erano troppo grandi per appartenere a cuccioli non ancora nati, si presume che il Coelophysis mangiasse i suoi figli.

Perché sarebbero diventati carnivori?
La "spiegazione" che venne data alcuni anni fa dalla Watch Tower.


Nimord caccia gli animali. Dal libro Salvezza (1939)

Era opinione del "giudice" Rutherford, secondo presidente della Watch Tower, che le belve fossero diventate feroci per colpa del Diavolo che avrebbe istigato Nimrod e gli altri cacciatori postdiluviani (Genesi 10:8,9) a perseguitare ed uccidere gli animali, i quali "per la propria difesa e per salvarsi divennero feroci ed impararono ad aggredire l'uomo. Sarebbe stato il Diavolo, per mezzo di uomini empi come Nimrod, a far diventare feroci molte bestie selvagge" (Libro Salvezza, pag. 290). Quindi il leone, la tigre, l'orso, i rapaci, lo squalo, ecc., prima di venir braccati ed uccisi erano assolutamente mansueti e perfettamente vegetariani. Il "giudice" tuttavia non spiegò come mai le lepri, le quaglie e i cerbiatti, pur essendo spietatamente braccati ed uccisi, non divennero feroci e non aggredirono mai gli uomini. Se gli animali erano prima tutti vegetariani e sono diventati cattivi (e cioè carnivori) dopo, perché alcuni sì ed altri no? In realtà gli animali carnivori hanno un apparato digerente molto diverso dagli erbivori (a cominciare dai denti) e questo perché Dio li ha creati cosi. Le osservazioni scientifiche fatte sugli animali e sul loro habitat hanno rivelato che moltissimi animali sono delle perfette "macchine per uccidere". È quindi assolutamente inverosimile e del tutto assurdo sostenere, come fanno i TdG, che il loro modo di vivere e la loro alimentazione fossero diversi prima del 2370!

Domande ed obiezioni

Alcuni lettori delle rivista Svegliatevi! scrissero alle redazione per porre alcune domande ed esprimere le loro perplessità:

*** g83 8/6 p. 28 I lettori ci scrivono ***

Sono rimasto profondamente turbato leggendo il vostro articolo "Il progetto evidente nella natura". Certo, quando l'Onnipotente Dio annunciò di aver dato 'a ogni bestia selvaggia della terra tutta la verde vegetazione per cibo', voleva dire di avere provveduto la verde vegetazione come base della catena alimentare.

R. B., Inghilterra

Il vostro articolo sul principio che se c'è un progetto dev'esserci anche un progettista mi ha convinto. Ma a pagina 11 dite che quelle caratteristiche degli animali che sono usate per ferire e uccidere si sono evolute adattandosi alla nuova situazione sorta nell'Eden. Può dirsi questo del veleno che alcuni serpenti e ragni usano per uccidere la preda? Che dire di altri ingegnosi strumenti di cui sono provvisti vari tipi di predatori? Come possono esistere se non mediante la creazione?

D. K., Germania

Davvero interessante l'osservazione del primo lettore: suggerisce una spiegazione ragionevole che permette di conciliare i fatti senza contraddire la Bibbia. La vegetazione costituisce indubbiamente il primo anello della catena alimentare, a partire dal fitoplancton. Se non esistesse la vegetazione non vi sarebbe nessun altra forma di vita sulla terra (si veda questa pagina, link esterno). 


Fitoplancton (Diatomeas - Dinoflagelados)

Anche l'altro lettore pone domande davvero logiche ragionevoli. Non c'è alcun dubbio, infatti, che il ragno è stato creato con le caratteristiche che possiede ora. Certamente non ha imparato a costruire la ragnatela e ad uccidere gli animali solo dopo il diluvio!


Il ragno era un erbivoro prima del diluvio?

Non è assolutamente possibile che i ragni si siano adattati alle mutate circostanze e abbiano imparato a costruire ragnatele per catturare gli insetti solo dopo il 2370 a.C; e la costruzione di ragnatele non può avere alto scopo che quello di catturare animali e non certo vegetali!

A proposito vegetali, che dire della Dionea? Questo vegetale si nutre di carne. Anche la Dionea sarebbe stata vegetariana prima del diluvio? La stessa domanda si pone per le numerose altre varietà di piante carnivore.

Ecco la risposta data dalla Società Torre di Guardia agli interrogativi ed obiezioni dei lettori:

Non abbiamo detto che certe caratteristiche si siano evolute mediante adattamento, ma che le caratteristiche esistenti sono state usate in modo diverso da quello per cui erano state fatte in origine. Non crediamo sia possibile stabilire con certezza com'erano le cose nel remoto passato osservando il presente. Le condizioni sono cambiate. Ma abbiamo un'esplicita dichiarazione dal passato, cioè Genesi 1:29, 30: "E Dio proseguì, dicendo: 'Ecco, io vi ho dato tutta la vegetazione che fa seme sulla superficie dell'intera terra e ogni albero sul quale è il frutto d'un albero che fa seme. Vi serva di cibo. E a ogni bestia selvaggia della terra e a ogni creatura volatile dei cieli e a ogni cosa che si muove sopra la terra e in cui è vita come un'anima ho dato tutta la verde vegetazione per cibo'". Questo non significa che la vegetazione fosse solo la base fondamentale per provvedere cibo attraverso una catena di vita animale. Certo non fu così nel caso degli uomini, perché in seguito per cominciare a nutrirsi di carne animale dovettero ricevere una concessione speciale. (Genesi 9:3) Inoltre, durante il Diluvio del giorno di Noè, otto persone e 'le creature volatili e tutti gli animali che si muovevano sulla terra' furono costretti a nutrirsi esclusivamente di vegetazione per più di un anno. (Genesi 6:17-21) E il fatto che Isaia 11:6-9 e 65:25 dicano specificamente che gli ex predatori saranno in pace con gli altri animali, e che il leone mangerà la paglia come il bue, sembrerebbe confermare che gli animali e l'uomo furono fatti per nutrirsi di vegetazione.

Circa il fatto che i molti predatori siano adatti per dare la caccia e uccidere, che dire degli uomini? Essi hanno manifestato un talento particolarmente spiccato per attaccare e uccidere i loro simili. Significa questo che gli uomini siano stati fatti così dal principio? Riconosciamo di non poter rispondere a tutte le domande che sorgono a questo riguardo in base a ciò che possiamo osservare oggi, e il racconto biblico a questo proposito è molto breve. Ma crediamo che gli uomini e gli animali furono fatti in origine per vivere in pace gli uni con gli altri e per trarre nutrimento dalla vegetazione. Quel proposito originale sarà realizzato sotto il Regno messianico. Dovremo attendere per vedere come si adempiranno queste profezie. - Ed.

(Svegliatevi! dell'8/6/83, p. 28).

Tutti i TdG devono accettare questi attuali 'intendimenti' del Corpo Direttivo, chiudere gli occhi e la mente di fronte ai fatti e all'evidenza e continuare credere che la tigre si nutriva di erba prima del 2370 a.C. Chi si permettesse, infatti, di esternare dubbi o di sostenere apertamente che un simile 'intendimento' è semplicemente assurdo e contrario ai fatti scientificamente dimostrati potrebbe essere accusato di apostasia ed espulso dal gruppo. Un'altra dimostrazione di come la ragione si debba piegare alle irragionevoli opinioni di un gruppetto di persone aggrappate a delle concezioni letterali e fondamentaliste della Scrittura.

Si veda anche la pagina
Carnivori o vegetariani?
Altre considerazioni

Alcune riflessioni, inviatemi da un collaboratore, mettono ulteriormente in risalto come l'idea che tutti gli animali fossero erbivori prima del 2370 a.C. sia assolutamente in contrasto con la scienza, la logica e la ragione.

Nota: Si noti che la rivista citata menziona la "quinta era" e la "sesta epoca". Secondo i TdG la "settimana" creativa sarebbe stata composta da sei periodi della durata di 7.000 (settemila) anni ciascuno: «...l'intera settimana creativa durerebbe 49.000 anni» (La Torre di Guardia del 1/1/87 p. 30). «In base alla lunghezza del settimo "giorno" è perciò ragionevole pensare che ciascuno degli altri sei "giorni" fu pure un periodo di 7.000 anni. Questo periodo di tempo consentirebbe tutto ciò che la Bibbia ci dice ebbe luogo in ciascuno dei sei giorni della creazione» (La Torre di Guardia del 1/8/70, p.472). La quinta epoca creativa, nella quale Dio avrebbe creato i dinosauri, risalirebbe quindi ad un periodo di tempo fra i 18.000 e gli 11.000 anni fa! Gli ultimi dinosauri sarebbero stati creati addirittura nella "sesta epoca", fra gli 11.000 e i 4.000 anni fa! Russell, fondatore dei TdG, definiva 'speculazioni selvagge di pochi estremisti' i milioni di anni che venivano attribuiti all'universo dai geologi. I TdG attuali, pur riconoscendo che l'universo può avere miliardi di anni, pare siano rimasti ancora legati alle idee del loro fondatore per quanto riguarda la recentissima origine degli animali. A proposito della durata dei "giorni" creativi, si veda anche questa pagina: link 

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

 

REALIZZAZIONE TECNICA A TITOLO GRATUITO: TAGLAB ST

Privacy Policy | Cookie Policy

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici