Materiale stampato dal sito INFOTDGEOVA.IT a cura di Achille Lorenzi

Home Novità Cerca Forum Dottrine Esperienze Citazioni
Sangue Libri Profezie Modifiche TNM Sanzioni Strategia
Video Mappa Links Cronologia Varie Sostieni Chi sono
NEWSLETTER: ___________
Saturday, 16 February 2019 18:30
Cerca nel sito --Torna alla pagina precedente

:: LIBRO CONSIGLIATO

libro: Crisi di Coscienza

Crisi di coscienza.
Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Quasi nulla si sa dei "vertici" che guidano i Testimoni di Geova, di cosa accade durante le loro sedute deliberative, dei criteri che guidano le loro decisioni, spesso di enorme impatto nella vita dei fedeli: neppure gli aderenti ne sono al corrente. Terribilmente penetrante è il controllo esercitato sui "fratelli". Il libro testimonia il meccanismo che ha condotto uno di questi uomini, membro del Corpo direttivo, a entrare in una crisi di coscienza tale da fargli abbandonare il gruppo, e in esso una posizione di grande prestigio sociale, dopo 58 anni di appartenenza. (continua)

Spigolature
Non tutti sanno che...
Anche se la cosa può stupire, per quasi ottant'anni la Watch Tower Society ha insegnato che Dio aveva il suo "luogo di dimora" nelle costellazione delle Pleiadi, distante circa 450 anni luce dalla Terra. A Pag. 327 del terzo volume dei suoi Studi delle Scritture, C.T. Russell, fondatore della WTS, scrisse: "Alcione, il centro delle famose stelle delle Pleiadi, è il 'trono di mezzanotte', il punto centrale dell'intero sistema gravitazionale, dal quale l'Onnipotente governa il suo universo". Solo verso gli anni 50 si incominciò ad avere qualche dubbio su questo insegnamento: "A proposito, le Pleiadi non si possono più considerare come il centro dell'universo e sarebbe stolto cercar di determinare il trono di Dio in un particolare punto dell'universo" ("La Torre di Guardia" del 1/9/1954, p. 542).

:: La WTS E L'ONU ::

Articolo pubblicato il 23 novembre 2001 sul Quotidiano Nazionale

IL FATTO / Estromessi dall'Onu

I Testimoni di Geova via dal Palazzo di Vetro
di Chiara Bini

FIRENZE - I Testimoni di Geova sono stati dissociati dall'Onu. Ne facevano parte dal '91 come Ong, organizzazione non governativa. Ma dal 9 ottobre scorso una lettera a firma di Paul Hoeffel, capo della sezione dell'Ong del dipartimento di informazione pubblica delle Nazioni Unite, dichiara di aver preso la decisione di escludere dalla lista delle Ong la Watch Tower Bible and Tract Society di New York, ovvero la Torre di Guardia, casa madre americana dei Testimoni di Geova.

L'origine

Lo ha fatto accettando una loro stessa richiesta piombata sul tavolo del dirigente del Palazzo di Vetro due giorni dopo la pubblicazione di un articolo sul The Guardian, noto quotidiano britannico. Una bomba, che ha disorientato e messo in agitazione migliaia di fedeli a Geova in tutto il mondo, i loro responsabili e l'Onu, che avrebbe dovuto aprire un'inchiesta su questa 'singolare' adesione. Perché così singolare? Perché da sempre la congregazione «considera - scrive il giornalista Stephen Bates - l'Onu la bestia scarlatta (il demonio, ndr) e l'impero mondiale politico di Satana. Alcuni membri del gruppo hanno accusato gli anziani del corpo direttivo di ipocrisia per aver segretamente accettato di associarsi con un'organizzazione che essi continuamente denunciano in termini apocalittici». E poi continua: «I Testimoni delusi credono che tale fatto, che non è stato reso noto ai seguaci dell'organizzazione, abbia avuto lo scopo di dare maggiore rispettabilità al culto agli occhi dei governi più diffidenti, come quello francese, che ha finora rifiutato di riconoscerli». Era inevitabile che le parole di Bates suscitassero clamore. L'organizzazione gerarchica di New York ha prevenuto l'inevitabile inchiesta da parte dell'Onu chiedendole subito di dissociarla. Ma a quel punto il bubbone era scoppiato. «Mi chiedo - ha dichiarato un portavoce dell'Onu - per quale motivo l'organizzazione mondiale abbia pensato che i Testimoni fossero idonei a legarsi all'Onu come Ong, data la veemenza delle loro denunce contro le Nazioni Unite». Non solo.

Le punizioni

«E' risaputo che sin dagli inizi degli anni '40 i Testimoni di Geova hanno attivato procedure punitive nei confronti di chiunque scegliesse di prestare servizio civile, applicando l'ostracismo e in Italia, fino a pochi anni fa, i giovani di leva erano 'costretti' ad andare in carcere pur di non compromettersi con l'espressione politica di Satana mentre la loro casa madre ne era serenamente associata». Ad affermarlo è Sergio Pollina di Siracusa, esperto e studioso di movimenti religiosi alternativi. In merito a questo aspetto Isolda Oca, funzionaria dell'ufficio Ong, a suo tempo ha dichiarato: «Con una documentazione dettagliata di tali comportamenti, le Nazioni Unite inizierebbero subito una procedura di dissociazione». Ma allora perché diventare Ong e rinnovare ogni anno per dieci anni l'adesione? Denaro e fondi dalle Nazioni Unite, secondo Oleg Dzioubinski, altro funzionario del Palazzo di Vetro, la Torre di Guardia non ne avrebbe mai avuti. Però un articolo comparso il 17 giugno del '99 su "The Observer" inseriva la filiale indiana di Maharashtra proprio fra le Ong che avevano ricevuto contributi Onu. «Al di là del fatto che l'attività umanitaria non rientra nei programmi dei Testimoni i quali considerano utile solo la predicazione e il proselitismo - sottolinea Pollina - lo status di Ong in realtà ha innanzitutto permesso di ricevere un riconoscimento ufficiale in molti paesi stranieri dove prima i Testimoni di Geova erano guardati con sospetto, vedi i Paesi dell'Est. E poi, questa nuova condizione, ha consentito di fare proselitismo in vaste aree, specialmente nel sud del mondo, sotto la copertura dell'Onu: in Zaire, per esempio, i Testimoni si sono spesso serviti degli aerei dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati».

Cliccare qui per visualizzare la riproduzione originale dell'articolo

Siti in altre lingue sullo stesso argomento

Spagnolo:

Testemunhas de Jeová Estiveram Associadas Com a ONU Durante 10 Anos

Sociedad Watchtower unida con el instrumento de Satanás

Francese:

Les preuves définitives de l'association de la Watchtower avec l'ONU

La traduzione di questa pagina:

Le prove definitive dell'associazione della Watchtower con l'ONU



Torna alla pagina precedente

Commenta questa pagina:



STAMPA QUESTA PAGINA
Stampa questa pagina

Vuoi sostenere questo sito? Clicca qui

***
Traduci la pagina:
Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

 
Segnala la pagina su OK NOTIZIESEGNALO.COMSegnala su DiggitaSegnala su Del.icio.usSegnala su FacebookAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su GoogleAggiungi pagina ai tuoi Segnalibri su yahoo Di che cosa si tratta?

 

REALIZZAZIONE TECNICA A TITOLO GRATUITO: TAGLAB ST

Privacy Policy | Cookie Policy

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici